Duca, Capogruppo di Sinistra per Ancona: 'E' emergenza democratica in Ancona' e Duca scrive a Monti...

Eugenio Duca 2' di lettura Ancona 14/12/2012 - "Ad Ancona si è creata un'emergenza democratica" é così che il Capogruppo di sinistra per Ancona descrive l'attuale situazione politica. E Duca scrive a Monti.

"Ad Ancona si è creata un'emergenza democratica" esordisce così Eugenio Duca, Capogruppo di Sinistra per Ancona. Tanta la carne al fuoco: si parla della "più esosa imposizione fiscale sui cittadini è stata imposta con il voto del Sindaco e di 13 Consiglieri!", del "patto di febbraio è fallito e sostituito dal 'piatto giornaliero': aziende partecipate in cambio di voti di sostegno al Sindaco", ma anche di "Gravi e persistenti violazioni della legge ed in particolare sulla gestione del patrimonio, sugli accordi firmati dal Sindaco in assenza del voto consiliare; fino a violazioni ormai settimanali anche sulle piccole cose."

"Le aziende partecipate -afferma Duca a riguardo - sono gestite come 'cosa propria' e non come beni comuni. Fino al punto che, in alcuni casi, non si è approvato il bilancio e che è diventata la prassi comune rinviare oltre ogni limite quasi tutti i bilanci." Inoltre Duca ritiene che "le commissioni consiliari permanenti sono costituite in modo non conforme al regolamento".

E ora, dunque, cosa fare? Duca ci indica delle vie di uscita: "Se il Sindaco non mette fine all'emergenza democratica, rassegnando le dimissioni irrevocabili, entro lunedì, per quanto mi riguarda non parteciperò a nessuna Commissione Consiliare; anzi scriverò una nota al Ministro dell'interno Anna Maria Cancellieri affinché verifichi se esistono le condizioni per lo scioglimento del Consiglio Comunale per gravi e persistenti violazioni di legge. Poi deciderà il Ministro."

"Ma non si può continuare così! - ha evidenziato Duca - se il sindaco si dimettesse..." Stando a Duca se il primo cittadino protocollasse le sue irrevocabili dimissioni la situazione si potrebbe risolvere anche in tempi di feste: tra natale e capodanno. "E non si dica che ci sono le feste - rimarca Duca - perchè il PD e SEL terranno le primarie proprio il 29 e 30 dicembre".

"Nel frattempo - ha concluso Duca - l'Amministrazione predispone gli atti, concordati con le opposizioni, come ad es. Multiservizi, variante ex Savoia, variante area portuale ex Bunge e ex Fiera ecc... e non sarebbe male che il sindaco e i parlamentari si rechino a Roma, dal Ministro, per il Pergolesi: in un decreto legge si può inserire la salvezza dell'Istituto."

In allegato pdf la lettera di Duca a Mario Monti e non solo.



...

...






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-12-2012 alle 12:19 sul giornale del 15 dicembre 2012 - 972 letture

In questo articolo si parla di attualità, politica, ancona, sinistra per ancona, Eugenio Duca, Sinistra, laura rotoloni

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/Hgw





logoEV