Gasparoni (Confartigianato): 'Rilanciare il porto, completare le opere e realizzare l'uscita ad Ovest'

Gilberto Gasparoni 1' di lettura Ancona 30/12/2012 - Confartigianato: rilanciare il porto, completare le opere e realizzare l'uscita ad Ovest Serve un forte impegno della regione per le infrastrutture, ancora manca la firma del contratto con Impregilo per l'uscita ad ovest.

Gilberto Gasparoni responsabile sindacale di Confartigianato Trasporti & Logistica delle Marche, associazione che rappresenta quasi 3.000 imprese delle 5.500 operanti nella regione, torna nuovamente a sollecitare la firma del contratto con Impregilo per dare avvio alla realizzazione dell'Uscita ad Ovest. Anche in un recente summit con l’Assessore regionale alle Infrastrutture Eusebi la Confartigianato aveva esaminato lo stato dei lavori e dei progetti per l'ammodernamento del Porto internazionale di Ancona chiedendo un forte impegno della Regione, del Comune e dell'insieme delle Istituzioni che dovevano e potevano premere sul Governo.

Il presidente di Confartigianato Trasporti Elvio Marzocchi, ed il responsabile Gilberto Gasparoni hanno sollecitato lo stato di ammodernamento delle infrastrutture della regione, a partire dal completamento del piano regolatore del porto di Ancona, con la realizzazione della nuova darsena e della banchina Marche, la costruzione del molo di sovra flutto davanti al molo dei cantieri, l’uscita ad Ovest dal porto in direzione A 14, la realizzazione del casello Ancona Porto ed infine la proposta di legge sulla zona franca per il Porto di Ancona e l’Interporto delle Marche, che è poi caduta nel nulla.


da Gilberto Gasparoni
Segretario Confartigianato Trasporti e Logistica





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-12-2012 alle 23:00 sul giornale del 31 dicembre 2012 - 1024 letture

In questo articolo si parla di attualità, ancona

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/HLz





logoEV