contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > POLITICA
articolo

Lodolini presenta i punti programmatici: 'Equilibrio, Sostenibilità, Resilienza e Comunità'

3' di lettura
3704

emanuele lodolini

Il futuro deputato alla Camera del Pd Marche Emanuele Lodolini ha presentato giovedì mattina i punti programmatici ad Ancona. In serata avviata anche la Campagna elettorale a Castelfidardo, luogo simbolico, dell'Unità D'Italia, sulle orme della storica battaglia di Castelfidardo. Le priorità ha detto Lodolini: "Equilibrio, Sostenibilità, Resilienza e Comunità".

Il candidato Pd alla Camera dei Deputati Emanuele Lodolini, insieme al suo staff elettorale, ha presentato quelli che ha voluto chiamare i suoi "Appunti per un viaggio". Le linee guida a cui ha contribuito anche Marco Cardinaletti responsabile programma. La volontà di Lodolini, sulla base di questi appunti, é quella di incontrare a breve i cittadini(si parte giovedì a Castelfidardo, luogo simbolico dell'Unità D'Italia), un modo per coinvolgere nelle scelte e per ragionare attorno a un nuovo modello di sviluppo per il futuro del territorio. Idee molto vicine all’Agenda Bersani basate su quattro concetti fondamentali: Equilibrio, Sostenibilità, Resilienza e Comunità.

Una politica fatta di equilibrio, e non di “rigore” come quella messa in atto dal Governo Tecnico. Poiché il risanamento del debito pubblico è ancora necessario ma va accompagnato a una politica che guardi alla crescita e alla equità sociale. Equilibrio inteso come sobrietà nell'agire politico, coerenza nelle scelte ed impegno vero ed equilibrato. Disinteressato dell’interesse del singolo, interessato alla protezione dell’interesse sociale. Rimettere al centro il "bene comune" e la "condivisione di intenti" e il venire incontro ai "bisogni collettivi".

Sulla sostenibilità dello sviluppo, uno sviluppo che sappia “tener conto della qualità ambientale come elemento trainante dell’economia reale, e della connessa necessità di contenere le esternalità negative dei processi economici e produttivi”. Necessari nuovi strumenti di misurazione del benessere e della crescita al di là del semplice rapporto Debito/PIL. Una sostenibilità intesa come il motore per una progressiva uscita dalla crisi.

Si parla anche di resilienza, quella che di gestione dei sistemi socioecologici. Un concetto introdotto dagli urbanisti moderni per identificare appunto la capacità dei sistemi urbani moderni di adattarsi agli effetti locali del cambiamento climatico lavorando sulla prevenzione e sul contenimento del rischio. Alluvioni, smottamenti, frane, erosione costiera, incremento delle temperature, instabilità meteo, sono tutti fenomeni che stanno via via impattando in modo sostanziale sulla qualità della vita e sul livello di dissesto del nostro territorio. Riattrezzare il territorio, per ridurre i rischi legati al cambiamento climatico: investire in primis in infrastrutture, nuova progettazione sul territorio...per far fronte alla sfida che il cambiamento climatico. Un concetto quello della resilienza in ambito ambientale che se applicato in Ancona lo si potrebbe identificare - come spiega Marco Cardinaletti - alla capacità della città di Ancona di adattarsi alla frana. Un episodio che ha frenato Ancona, ma é grazie ad essa che Ancona ha saputo anticipare i tempi. Ancona ha investito molto denaro su sistemi che riducano il rischio e che valorizzino il territorio.

Non ultimo Lodolini punta alla comunità. Per uscire dalla crisi occorre investire sulla comunità per valorizzarla puntando alla cultura, scuola, Università e ricerca e soprattutto al lavoro. Il tutto con una forte apertura ed un respiro europeista, nel rispetto delle necessità, delle specificità e delle esperienze locali.

E stando a Lodolini ed al suo staff non bisogna mai dimenticare l'insegnamento dell'albero. "Radici ben salde nella nostra terra, ma con i rami rivolti verso il cielo, abile ad assorbire luce, per restituire ossigeno. Un arricchimento esperenziale sia personale che dell'intera comunità.

E' dal suo staff che si sottolinea, inoltre, l'importanza del legame con il territorio dei deputati, così come l'abbattimento dei privilegi della politica, del dimezzamento dei parlamentari. E sulla questione Imu, Lodolini, precisa: "Non si possono raccontare favole e dire che toglieremo questa imposta. Come dice Bersani bisogna basarsi sulla progressività: chi ha di più paga."





emanuele lodolini

Questo è un articolo pubblicato il 17-01-2013 alle 21:24 sul giornale del 18 gennaio 2013 - 3704 letture