contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > POLITICA
articolo

Giorgia Meloni (Fratelli D'Italia) ad Ancona: 'Basta ultra 70enni e largo ai giovani in politica'

4' di lettura
5673

Giorgia Meloni ad Ancona

Stringe le mani Giorgia Meloni, dopo un comizio pieno di phatos ad Ancona, affiancata dai candidati in lista per il parlamento e rivolta ad una folla di sostenitori. "Basta ultra 70enni e largo ai giovani in politica, no a politici corrotti e alla speculazione delle banche e non solo con i soldi dei cittadini. Si al sostegno alla natalità, alle famiglie e alle PMI". Questi alcuni cavalli di battaglia del nuovo Centro Destra Nazionale 'Fratelli D'Italia' che vede Capolista alla camera per le Marche L'On Giorgia Meloni.

Un secco no alla politica fatta dagli ultra settantenni é questo che rivendica Giorgia Meloni Capolista alla Camera per le Marche. "Largo ai giovani, quelli della generazione senza futuro." Non si puo dire che i giovani non abbiamo idee buone, stando alle sue affermazioni, ma c'é in Italia un meccanismo che non va sopprattutto in Politica dove se sei giovane ti guardano dall'alto al basso. Questo vale per lei giovane politica che per il suo collega Matteo Renzi che si sentono dire: "ma dove andate?" ed ancora "ve lo immaginate Renzi con la Merkel?". "Li abbiamo visti i risultati dell'Italia governata da ultrasettantenni - ha affondato la Meloni - é ora di dare spazio ai giovani, alla generazione 'senza futuro', quella senza un posto fisso, né pensione."

Ma questo é solo uno dei cavalli di battaglia che L'On Meloni sfodera nel programma del neonato partito Fratelli D'Italia. Si parla di politica demografica di natalità intesa come sostegno alle famiglie che vogliano figli, ma non possono. Di una politica che oltre che guardare ai giovani dica no ai politici corrotti, ma si a quelli che si spendono ogni giorno per fare della politica un valore.

L'On non risparmia neanche il Governo uscente di Monti sull'Imu e il sostegno alle banche e il recente scandalo Monte Paschi: "Il risultato del governo di Mario Monti sono sotto gli occhi di tutti. Lo sbaglio di Monti é stato credere che per tenere i conti in ordine bastasse moltiplicare le tasse. Ma in un 'economia ferma quello che si tassa é poi la povertà. E poi l'Imu 1a casa (oltre 3 miliardi di euro) non é vero - dice la Meloni - che era inevitabile. Si potevano tagliare sprechi, privilegi...e poi lo scandalo della Monte Paschi di Siena e i soldi prestati alle banche. Basta allo stato che aiuta le banche invece dei cittadini. Critiche anche al centro sinistra che pare ammiccare a Monti: "Vuol dire che non sono sicuri di avere i numeri".

"Un appello a far governare alle idee: scegliamo un centro destra in cui ci vediamo rappresentati - ha sottolineato infine la Meloni - se questo spazio per noi esiste il 24 e 25 febbraio avremo la conferma poichè sogniamo che questa sia l'alternativa."

Che Fratelli d'Italia sia la vera alternativa per un nuovo Centro Destra né é convinto anche il deputato uscente Carlo Ciccioli che dopo l'addio al Pdl dice: "Dobbiamo ritornare ad essere orgogliosi di essere il Centro Destra - ha affermato l'On anconetano Carlo Ciccioli - ed a parte i Capolista alla camera (On Meloni) ed al Senato (Crosetto) la Lista Marche dei candidati al Parlamento sono tutti marchigiani e soprattutto tutti 'presentabili' e non corrotti. Dai sondaggi non si percepisce questa nostra forza, ma perché sono a pagamento. Tutti ora guardano a Grillo, ma Grillo scenderà e credo che il nostro risultato sarà una grande sopresa".

Presenti anche Ivana Ballante vice sindaco di Filottrano, ma anche Lorenzo Rabini consigliere comunale di Camerano, l'imprenditore osimano Marco Cucculelli che ha ricordato l'importanza della politica per far si che gli imprenditori siano facilitati per l'accesso al credito e la battaglia che 'Fratelli D'Italia' sta facendo e farà per tendere una mano alle PMI. E non ultimo il consigliere anconetano uscente Stefano Benvenuti Gostoli che parte da Ancona, città commissariata, per dire che come ad Ancona esce da una situazione politica travagliata, così anche l'Italia. Ma é per questo che: "Bisogna restituire credibilità alla politica partendo dal territorio ed in particolare dal Capoluogo di Regione".





Giorgia Meloni ad Ancona

Questo è un articolo pubblicato il 30-01-2013 alle 20:09 sul giornale del 31 gennaio 2013 - 5673 letture