contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > ECONOMIA
comunicato stampa

Ancona: incontro - dibattito sul tema 'Effetto tasse'

2' di lettura
1300

Giovedì 4 luglio alle ore 17,30 presso la sala conferenze dell’Hotel City di Ancona si terrà un incontro – dibattito sul tema “Effetto tasse”. Interverrano Clemente Rossi, Carlo Negri e Giovanni Sergi. L’iniziativa è promossa da “Liberi di costruire il domani”, un movimento ideato da Carlo Negri e Clemente Rossi, che sta riscuotendo crescenti consensi nelle Marche.

Clemente Rossi in occasione delle numerose conferenze organizzate ha sottolineato che l’obiettivo prioritario dall’associazione è di dare la parola al cittadino restituendogli la facoltà di esprimersi liberamente, senza condizionamenti per incidere nelle scelte e nelle decisioni. Secondo Carlo Negri per risolvere i numerosi problemi che assillano il nostro Paese è necessario che cambino subito i parametri di riferimento, non più mercati e Unione europea, ma i cittadini, che devono riacquisire centralità divenendo i referenti preferenziali di ogni azione di governo, sia a livello nazionale che locale. In questo momento viene attribuita importanza alla gente non per quanto può dare in termini di idee, progetti e proposte ma solo perchè in grado di esercitare una funzione essenziale, prioritaria per lo stato, quella di pagare le tasse. Nel corso dell’incontro verranno messi in evidenza gli esiti negativi e controproducenti derivanti da un livello di tassazione che sta oltrepassando ogni limite.

La crisi nel settore edilizio indotta dall’avvento dell’IMU, la forte diminuzione delle vendite in ambito automobilistico determinata dal redditometro, dallo spesometro e dall’aumento esponenziale della tassa di possesso, il crollo della nautica causata dal terrorismo fiscale. Se lo stato ha incassato 24 miliardi di euro attraverso l’ IMU, il patrimonio immobiliare degli italiani si è svalutato di 1000 miliardi e il settore edilizio ha perso oltre 600.000 posti di lavoro. Il calo dei consumi dovuto allo spesometro ha portato alla chiusura di migliaia di esercizi commerciali. Questi alcuni effetti della tassazione, inserita nel bilancio esclusivamente come voce contabile, senza preoccuparsi minimamente degli effetti negativi che può indurre.. Ma come vengono impiegati gli 800 miliardi di euro che gli Italiani versano ogni anno all’erario? Sarà possibile conoscere il modo e recuperare i soldi dissipati, e sottratti con l’istituzione dell’Agenzia delle uscite, un organismo provvisto degli stessi poteri invasivi già conferiti alla Agenzia delle entrate, in grado di indagare su persone enti e istituzioni che utilizzano denaro pubblico. E in nome della parità tra Cittadini e stato auspicheremmo anche la presenza assillante e continua di un direttore dell’Agenzia delle uscite che ogni giorno si inventi un nuovo metodo per scovare i “ furbetti della spesa pubblica”.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-06-2013 alle 16:27 sul giornale del 29 giugno 2013 - 1300 letture