contatore accessi free

Sequestro al porto di Ancona: carico di marijuana cosparso di caffè in polvere. Cittadino greco arrestato

Guardia di finanza 1' di lettura Ancona 02/07/2013 - Sequestrati nel porto dorico 12,5 chilogrammi di marijuana, suddivisi in 29 panetti, nascosti all’interno di un boiler. Nel tentativo di eludere eventuali controlli, i panetti erano stati cosparsi di caffè in polvere.

La Guardia di Finanza di Ancona, in collaborazione con la locale Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, ha scoperto la droga a bordo di un autoarticolato, con targa bulgara, trasportante elettrodomestici e mobili, appena sbarcato da una motonave proveniente dalla Grecia. Durante le prime fasi del controllo, il conducente del mezzo, un cittadino greco, aveva detto in modo evasivo di non avere niente da dichiarare e di essere diretto in Svizzera.

Una successiva e meticolosa ispezione dell’automezzo ha consentito di individuare la sostanza stupefacente. Una volta immessa sul mercato, la droga avrebbe consentito un guadagno di circa 120mila euro. Il cittadino greco è stato arrestato e condotto alla casa circondariale di Montacuto con l’accusa di traffico internazionale di sostanze stupefacenti.


di Micol Sara Misiti
redazione@vivereancona.it





Questo è un articolo pubblicato il 02-07-2013 alle 10:46 sul giornale del 03 luglio 2013 - 1401 letture

In questo articolo si parla di cronaca, droga, ancona, arresto, guardia di finanza, marijuana, porto di ancona, Micol Sara Misiti, traffico internazionale di sostanze stupefacenti, caffè in polvere

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/OXc





logoEV
logoEV
logoEV