contatore accessi free

Eliana Maiolini lancia la sfida e si candida alla segreteria provinciale del Pd. Parola d'ordine 'cambiamento'

eliana maiolini 4' di lettura Ancona 23/10/2013 - 50 anni, anconetana, una Laurea in Lettere, la passione per i frutti di mare e gli scrittori sud americani, ma soprattutto per la politica che l'ha vista scendere in campo prima come assessore provinciale per poi passare ad assessore comunale del rimpasto della Giunta Gramillano. Segni particolari renziana fin dagli esordi ed tutt'ora coordinatrice regionale del Comitato pro Renzi. E così che Eliana Maiolini torna alla carica e ci mette la faccia candidandosi alla segreteria provinciale del Pd di Ancona che la vede sfidante di un'altra donna, l'avvocato corinaldese Myriam Fugaro e sostenitrice di Civati.

"Mi sono candidata, ma non senza pensarci - ha dichiarato Eliana Maiolini - perché credo che questa competizione a due sarà un bella sfida che andrà avanti dal 31 ottobre fino al 6 novembre. Sessanta circoli della provincia, infatti, chiamati a congresso ed in particolare a scegliere chi sarà la loro candidata alla segreteria.
Iscritti al Pd nella provincia se ne contano circa 4000 mila, meno di 200 sono ad Ancona. Si portrà votare solo se tesserati o comunque chi vorrà sottoscrivere la tessera.
Ed intanto la Maiolini, nella volontà di cambiare il partito democratico, getta le basi con una mozione congressuale. "L'ho pensato come una serie di appunti - dice la Maiolini - per il congresso provinciale. Il partito deve cambiare dalla base fino a salire poiché c'è una crisi nera in corso. Da una parte Berlusconi e da una parte la setta dei 5 stelle che ha prodotto parlamentari a spasso per Montecitorio".

"Il nostro, con pregi e difetti, é un partito - ha sottolineato la Maiolini - plurale ed è la nuova frontiera che deve segnare il passo, mentre ad oggi ha prodotto solo minoranze. Ma devo ammettere che siamo stai bravi a livello nazionale a creare intese".

La necessità della politica, stando alla Maiolini, é quella di un partito che si deve basare su poche cose salde: la rete strutturale amministrativa, dove la Maiolini pensa alle difficoltà dei comuni. "Il partito è fatto di gente, è fatto di eroi che tengono i piccoli circoli di paese. Questo è il momento, il momento di grande opportunità. Partiamo quelli che sono in prima linea, dalla rete degli amministratori. Mandiamo i messaggi importanti. I circoli devono essere parte integrante e collaborare con tutte quelle quelle parti vitali, come il mondo dell'associazionismo, che non sono organiche al partito democratico. Prendere la tessera deve essere una azione di rsponsabiltà collettiva - ha aggiunto la Maiolini - il Pd ha pagato lo scotto per le sue idee poche chiare".

Ed ora si attende il 7 novembre, quando con molta probabilità si annuncerà il nome della candidata che ne uscirà vincente dalle risultanze di una assemblea provinciale che deciderà. Già svolta la prima assemblea di circolo a Castelleone, dove il delegato che andrà a far parte dell'assemblea provinciale è risultato essere quello della Maiolini. Il 24 ottobre sarà la volta di San Marcello e poi a seguire. Le città di Ancona, Senigallia e Jesi, che detengono più circoli, avranno più voce in capitolo sulla scelta dei segretari.

"Si passa dentro la struttura del partito e si tocca una umanità straordinaria - ha detto parlando dei Circoli, dopo l'assemblea di Chiaravalle la Maiolini - é qui che ti rendi conto di quello che bisogna cambiare. Tocchi con mano la pancia del partito. Sono consapevole che non tutti mi sostengono e che i tempi per le candidature sono stati strettissimi ed ho dovuto metterci la faccia. Non chiederò a chi è con me alzi la mano. Ma io ci credo che ci si può costruire un nuovo partito, partendo dalla base, guardando avanti. Abbiamo tutto un percorso davanti a noi. Basta essere seri e stare in mezzo alla gente. E' questa la politica che secondo me è vincente. Bene i parlamentari e non solo, ma ricordarsi che la politica nasce dalla base".








Questo è un articolo pubblicato il 23-10-2013 alle 19:43 sul giornale del 24 ottobre 2013 - 3773 letture

In questo articolo si parla di redazione, ancona, vivere ancona, laura rotoloni, vivereancona.it, redazione@vivereancona.it

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/Tw4





logoEV
logoEV
logoEV