Ancona e Falconara: controlli a raffica lungo la Flaminia fino alla SS16. Multata una prostituta e ritirata una patente

prostituzione 2' di lettura Ancona 27/03/2014 - Controlli a raffica straordinari lungo la Flaminia fino alla SS16 tra Ancona a Falconara. Sessanta le persone indentificate dai Carabinieri, nè manca una patente ritirata ed una prostituta multata. Nel mirino anche i locali: tra questi 10 esercizi sono stati attenzionati.

Serata di controlli straordinari tra Ancona e Falconara Marittima per i militari della compagnia di Ancona numerosi gli obiettivi controllati in collaborazione con i militari della Tenenza falconarese. Sessanta le persone identificate e controllate di cui quattro stranieri, 10 gli esercizi pubblici attenzionati con un dispiegamento di 15 carabinieri tra quattro autoradio e una stazione mobile.

Durante i controlli agli esercizi commerciali ed ai circoli, in particolare, veniva riscontrato in uno dei locali alcune irregolarità per quanto concerne la pubblica sicurezza. Sempre nel territorio di Falconara Marittima veniva effettuato un controllo a tappeto per contrastare il fenomeno della prostituzione in strada. Nell'occasione sanzionata una giovane donna macedone in relazione all’ordinanza sindacale vigente nel comune. Nel pattugliamento di strada, inoltre, i militari della compagnia di Ancona rinvenivano della sostanza stupefacente del tipo hashish che un uomo poco prima aveva gettato a terra dandosi alla fuga alla vista della gazzella dei militari. Sfortunatemente è riuscito a far perdere le proprie tracce.

Nè manca una patente ritirata dalle gazzelle del nucleo operativo e radiomobile. Quest'ultimo episodio è avvento intorno alle 5 del mattino lungo via Marconi. Fermata un'auto in transito che al momento dell’alt procedeva in maniera incerta. A finire nei guai la persona alla guida, un anconetano classe ’76, che risultava positivo all'etilometro con valori superiori al triplo del consentito. Per lui nulla da fare: scattare la denuncia a piede libero per "guida in stato di ebbrezza" ed il ritiro della patente.








Questo è un articolo pubblicato il 27-03-2014 alle 17:05 sul giornale del 28 marzo 2014 - 3108 letture

In questo articolo si parla di cronaca, prostituzione, carabinieri, redazione, api, ancona, falconara marittima, prostituta, vivere ancona, laura rotoloni, ss16, vivereancona.it, redazione@vivereancona.it

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/1A1


Francostars

27 marzo, 21:42
Affermo che le Ordinanze Sindacali ed i Regolamenti di Polizia Urbana devono essere conformi ai principi generali dell'Ordinamento, secondo i quali la prostituzione su strada non può essere vietata in maniera vasta ed indeterminata. Di conseguenza, i relativi verbali di contravvenzione possono essere impugnati in un ricorso. In più per le medesime ragioni, i primi provvedimenti suddetti non possono essere emessi per problematiche permanenti ed i secondi non possono riguardare materie di sicurezza e/o ordine pubblico.

Caro Francostars è tutto vero ma a livello politico fare una lotta contro la prostituzione e magari di nascosto tradire la propria moglie con una puttana od un trans rende molto a livello elettorale.
La prostituzione, come il nord europa insegna, si lotta con due sistemi:
a) la si legalizza e regolamenta così che ci siano diritti e doveri per la lavoratrice del sesso che però viene controllata e, pertanto, dovrebbe fare una scelta libera verso quell'attività;
b) si colpiscono i clienti. La prostituzione in strada è fatta principalmente da schiave del sesso o donne intimorire o straniere portate in italia con l'inganno. Ora dare una multa al debole e far finta di niente "del bravo padre di famiglia" che si diverte con le prostitute vuol dire essere ipocriti e schierarsi contro le vittime e non contro chi aiuta questi mercati.
Ovviamente il comune di falconara marittima ha fatto la scelta b).




logoEV