contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Lavori al Porto di Ancona: interdetta temporaneamente la banchina 22

1' di lettura
1253

porto di ancona
Al porto di Ancona, nel corso delle normali attività di monitoraggio e controllo degli uffici tecnici dell’Autorità Portuale, è emersa l’esigenza di condurre approfondimenti tecnici più dettagliati sulle strutture di ormeggio della banchina 22, tali da consigliare di interdire temporaneamente, in via precauzionale, la banchina stessa.

L’Autorità Portuale di Ancona assicura la massima celerità nel condurre gli accertamenti tecnici suddetti, ciò nell’intento di arrecare il minor disagio possibile alle attività economiche locali che, nel frattempo, potranno comunque utilizzare anche le altre infrastrutture disponibili.

L’odierna iniziativa dell’Autorità Portuale – riferisce il Commissario Rodolfo Giampieri – si inserisce in una specifica linea di condotta volta a far emergere, ogni qualvolta necessario e senza esitazione, anche le criticità del porto, all’esito di stringenti controlli in corso. Si segnala altresì che, nella vicenda specifica, i controlli ordinari sono stati affiancati dalle segnalazioni degli operatori, che con l’occasione si ringraziano.

La vicenda in esame ed il sollecito conseguente intervento dell’Autorità Portuale costituiscono esempio della proficua possibile collaborazione tra operatori e Autorità Portuale medesima nell’individuare anche situazioni meritevoli di pronta iniziativa.

Nei prossimi giorni si forniranno indicazioni circa tempi e modalità di intervento sulla banchina in esame, la quale è stata realizzata oltre cinquanta anni fa’, per cui merita particolare attenzione nella verifica della perdurante sicurezza e funzionalità, come peraltro già fatto in un recente passato attraverso specifiche indagini. Questo nell’ottica di rendere le infrastrutture portuali sempre più efficienti e mettere gli operatori nella condizione di lavorare in un porto moderno e pronto alle sfide del futuro.



porto di ancona

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-07-2014 alle 15:32 sul giornale del 16 luglio 2014 - 1253 letture