L'area tra aeroporto di Falconara ed il porto di Numana scenario di un’esercitazione nazionale

CP 839, Guardia Costiera 2' di lettura Ancona 27/10/2014 - Nella serata di martedì 28 ottobre, condizioni meteomarine permettendo, si svolgerà, nelle acque antistanti il litorale di Ancona – nel tratto di mare compreso tra l’aeroporto di Falconara a nord ed il porto di Numana a sud, un’esercitazione nazionale - denominata “Airsubsarex 2014” – nel corso della quale verrà simulata la ricerca ed il soccorso a favore di un aeromobile incidentato in mare.

All’esercitazione, che rientra nel programma delle operazioni marittime complesse nazionali che il Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera ha previsto per il 2014, parteciperanno due unità navali della Guardia Costiera, due dei Vigili del Fuoco, una della Guardia di Finanza e una della Polizia di Stato.

E’ previsto, inoltre, l’impiego di un aereo della Guardia Costiera facente base a Pescara, nonché di un elicottero dell’Aeronautica Militare proveniente dal 15° Stormo di istanza a Cervia. Tutti i suddetti mezzi opereranno sotto il coordinamento della Capitaneria di porto di Ancona. Per quanto attiene l’organizzazione della macchina dei soccorsi a terra, verrà allestita - presso il porto turistico di Marina Dorica – e sotto il coordinamento della Protezione Civile regionale, una postazione medica avanzata con relativi presidi sanitari e mezzi di soccorso.

A seguito dell’attività di ricerca in mare, i naufraghi e le salme recuperate (rappresentati nella circostanza da manichini, gavitelli e, in parte, da figuranti reali) verranno trasferiti dalle unità navali presso il punto di sbarco primario (molo CRN, adiacente l’ingresso del porto turistico Marina Dorica).

La gestione della viabilità nelle aree interessate - unitamente al servizio di ordine pubblico e sicurezza - nonché la movimentazione dei mezzi di soccorso saranno assicurati dalle Forze di Polizia partecipanti, le quali opereranno sotto il coordinamento della Prefettura di Ancona. L’esercitazione è finalizzata, tra l’altro, a verificare le capacità di ricerca/scoperta notturna dei mezzi aeronavali partecipanti e le contestuali capacità di risposta del sistema di Protezione civile regionale e delle Amministrazioni a vario titolo coinvolte.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-10-2014 alle 14:41 sul giornale del 28 ottobre 2014 - 1416 letture

In questo articolo si parla di attualità, ancona, guardia costiera, direzione marittima

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aaDP





logoEV
logoEV