Perseguita e picchia la ex. Nei guai un 36enne anconetano

Violenza sulle donne 1' di lettura Ancona 30/10/2014 - Ha dapprima perseguitato e poi picchiato l'ex moglie. A finire nei guai un 36enne anconetano. La donna era arrivata persino a barricare il terrazzo di casa per paura dell'ex marito.

E' stato arrestato dalle Volanti doriche il 36enne anconetano che nella mattinata di giovedì è finito nei guai per atti persecutori contro l'ex moglie. L'uomo, separato da un paio d'anni, da qualche settimana aveva ricominciato a molestare la donna tanto che, per paura che potesse presentarsi improvvisamente nella sua casa nei pressi di un quartiere a sud di Ancona, aveva letteralmente barricato il terrazzo con una struttura in metallo cercando di arginarne il facile accesso.

Appostamenti, minacce, aggressioni verbali e a volte fisiche avevano indotto la donna, una 33enne anconetana, a vivere in continuo stato d'ansia ed aveva persino cominciato a temere per la propria incolumità. Giovedì mattina, poi, l'ultima aggressione avvenuta a casa di lui, dove la donna si era recata per i soldi del mantenimento dei figli; urla, botte e rumori di oggetti rotti hanno indotto i vicini di casa a chiamare il 113.

Gli Agenti delle Volanti diretti dal Vice Questore Aggiunto, Cinzia Nicolini, hanno dato avvio immediatamente al protocollo operativo previsto in questi casi ponendo così fine alla vicenda. La vittima, colpita dall'ex più volte per non farla uscire di casa, è stata poi accompagnata presso l'ospedale Umberto I ed è qui che gli sono state riscontrate contusioni multiple guaribili in 7 giorni. Per l'uomo nulla da fare: arrestato con l'accusa di atti persecutori e messo a disposizione dell'Autorità Giudiziaria.








Questo è un articolo pubblicato il 30-10-2014 alle 17:12 sul giornale del 31 ottobre 2014 - 2392 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, violenza, ancona, questura di Ancona, vivere ancona, violenza sulle donne, laura rotoloni, volanti, vivereancona.it, violenza di genere, redazione@vivereancona.it, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aaOB





logoEV
logoEV
logoEV