contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Il professor Franco Collodet messaggero dorico a Gerusalemme

3' di lettura
3206

Un pellegrinaggio a piedi Ancona-Gerusalemme con la benedizione del futuro Cardinale Menichelli. E' stato infatti benedetto nel Duomo di San Ciriaco dal futuro Cardinale Menichelli, il professore Franco Collodet, prima di partire per una lunga esperienza che l'ha condotto a piedi da Ancona fino alla terra Santa, Gerusalemme per portare oltre mille preghiere dei fedeli. La video intervista

E' stato per alcuni mesi un messaggero di preghiere, oltre mille, in un viaggio che l'ha portato dalla terra dorica fino a quella Santa. E oggi ancora in molti ancora continuano a scrivergli nel suo blog "Send your prayer to Jerusalem". Di fatto, il prof. anconetano Franco Collodet, è tornato a casa e condividerà presto, venerdì 30 gennaio ore 17 nella ex sala del consiglio, con i suoi concittadini e non solo questa testimonianza fatta di incontri con popolazioni dalle lingue e religioni diverse dalla nostra.

L'esperienza di un cammino di ben 5 mesi, da una sponda all'altra dell'Adriatico, dove ha toccato dal 1 agosto al 25 dicembre 2014, infine, i tre punti più sacri: dalla Basilica del Santo Sepolcro alla Cupola della Roccia fino al noto Muro del Pianto. Tiziana Borini, assessore alle Politiche educative, ha voluto che questa testimonianza fosse pubblica aprendola agli studenti delle scuole superiori, così come alla cittadinanza. La stessa amministrazione comunale di Ancona ha affidato al prof. Collodet una lettera con cui si condividono intenti e valori della scelta. Ad accompagnarlo, sebbene nessuno dei compagni è arrivato a destinazione, Annalisa Cardinali, Marco Burini, Luciano Pigliapoco, Marion Chatovieux, Maria Collodet, Paolo Principi ed altri.

Ma la vera motivazione che l'ha spinto in questa impresa di 4100 km (percorsi rigorosamente a piedi) tra l'Italia, l'Albania (raggiunta col traghetto da Bari-Durazzo il 1 settembre), la Macedonia, la Grecia, la Turchia, Israele e spingendosi fino al confine più temuto, quello governato dall'Isis, quello tra Turchia e Siria è stata la volontà di un'integrazione trasversale tra i popoli. Quello che si porta dentro Collodet è sicuramente il sentimento di un'accoglienza speciale anche da parte di persone comuni e di diverse religioni, tra cui anche i musulmanti. Ma ci sono stati anche attimi di difficoltà e paure, soprattutto nel momento liminare ai confini con Turchia e Siria.

Franco Collodet. Sociologo, con studi specialistici in Scienze Storico-Antropologiche delle Religioni per un pluralismo religioso e di coesione sociale presso l' Università degli Studi di Urbino è professore presso l’Istituto Volterra-Elia di Ancona. Ha conseguito un Master presso la Scuola Superiore di Filosofia Orientale e Comparativa di Rimini e collabora da diversi anni con l’Istituto Scienze dell’Uomo di Rimini dove insegna filosofia e meditazione orientale. Diplomato in “Diritto Comparato” in lingua italiana e francese al Centro Studi Giuridici Europei nella Facoltà di Giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Urbino “Carlo Bo”. Da anni percorre i cammini europei verso Roma, Lourdes, Fatima e Santiago de Compostela analizzandone le caratteristiche, raccogliendo documentazioni e tracciando gli antichi percorsi che arrivano nei principali luoghi di culto.

Sotto alcuni scatti durante il cammino verso Gerusalemme ndr





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-01-2015 alle 14:48 sul giornale del 29 gennaio 2015 - 3206 letture