contatore accessi free

Ordigno bellico recuperato in mare. Scatta l'allarme

1' di lettura Ancona 17/07/2015 - E' stato recuperato accidentalmente durante una battuta di pesca in mare da un peschereccio locale un ordigno bellico risalente alla seconda guerra mondiale. Scatta l'allarme in porto.

Alle prime luci dell’alba è stata segnalato dall'equipaggio di un motopesca da poco rientrato in porto che, durante le operazioni di pulizia delle reti, era stato rinvenuto nelle stesse un possibile ordigno bellico. La Capitaneria di porto di Ancona, ricevuta la segnalazione, è immediatamente intervenuta sul tratto di banchina interessato, nei pressi della calata Mandracchio del porto di Ancona, provvedendo ad interdire l’area con l’ausilio delle Forze di Polizia preventivamente allertate. Informata la Prefettura è stato quindi disposto l’intervento del nucleo SDAI della Marina Militare di Ancona.

A seguito dei rilievi si è accertato che trattasi di “granata d’artiglieria antinave” risalente al secondo conflitto mondiale di considerevoli dimensioni, circa 60 per 15 centimetri. Nel corso della prima mattinata il personale del Nucleo SDAI, con l’assistenza del personale della Capitaneria di Porto di Ancona, ha quindi provveduto alla bonifica dell’area previa rimozione dell’ordigno che è stato trasferito in zona di sicurezza per essere successivamente fatto brillare al largo del porto di Ancona.

Sotto l'ordigno recuperato e fatto brillare. Clicca sull'immagine per ingrandire ndr








Questo è un articolo pubblicato il 17-07-2015 alle 16:07 sul giornale del 18 luglio 2015 - 1234 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, ancona, vivere ancona, laura rotoloni, vivereancona.it, redazione@vivereancona.it, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/al6p





logoEV
logoEV
logoEV