Operazione "Mare sicuro": impegnati fino a settembre uomini e donne della Capitaneria di Porto di Ancona

Capitaneria di porto 3' di lettura Ancona 14/08/2015 - Giunti al giro di boa dell’operazione “Mare Sicuro” è tempo di stilare un primo bilancio. In via preliminare si ricorda che il 2015 è un anno importante per il Corpo, ricorre infatti il 150° Anniversario dell’istituzione del Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera.

Fu, infatti, con il Regio Decreto 20 luglio 1865 numero 2438, che, avvertita l’esigenza di dare unità alla disciplina di tutte le attività marittime e portuali, fu sancita la fusione del Corpo dello Stato Maggiore dei Porti e dell’Amministrazione dei Consoli di Marina in un unico soggetto istituzionale, capace di meglio interpretare la direzione di siffatte peculiari funzioni. Dal 1989 i reparti del Corpo delle Capitanerie di Porto che svolgono compiti tecnico-operativo, sono stati costituiti in “Guardia Costiera”.

L’operazione “Mare Sicuro 2015” vede in questi giorni impegnati uomini e donne della Capitaneria di Porto di Ancona nell'attività di controllo per garantire ai cittadini un mare più fruibile e più sicuro. Si ricorda che l’operazione “Mare Sicuro” è articolata in due fasi, la prima preparatoria, conclusasi il 22 giugno u.s., la seconda operativa che terminerà il 13 settembre. Nella prima fase la Capitaneria di Porto di Ancona ha organizzato vari incontri con i diportisti e con gli studenti dei vari istituti scolastici cittadini per richiamare l’attenzione sulle normative inerenti la sicurezza in mare. L’opera di prevenzione svolta dal Corpo delle Capitanerie di Porto nei confronti dei giovani si svolge anche attraverso l’attività denominata “Campo giovani Guardia Costiera 2015” nell'ambito della quale ogni settimana dal 15 giugno, presso le strutture logistiche delle Capitanerie di Porto, vengono ospitati gruppi di ragazzi e ragazze di età compresa tra i 15 ed i 22 anni per trascorrere 7 giorni nei quali rendersi conto delle attività che svolge il Corpo.

Si coglie l’occasione per ricordare a tutti gli utenti del mare alcune regole di buon senso: non fare il bagno se non si è in perfette condizioni fisiche; entra in acqua gradualmente dopo una lunga esposizione; fai passare tre ore dall'ultimo pasto prima di fare il bagno; non superare le boe che delimitano le zone acque sicure; evita di tuffarti dagli scogli. Nell'attuale fase operativa di “Mare Sicuro 2015” fino ad oggi sono stati effettuati i seguenti controlli: Diporto 850; Ambiente 894; Pesca 423; Demanio (stabilimenti balneari) 1267; Nell'ambito dei predetti controlli sono stati riscontrati i seguenti illeciti amministrativi: Diporto 17 Ambiente 28 Pesca 35 Demanio (stabilimenti balneari) 10 Oltre all'attività “Mare Sicuro 2015” continua l’attività istituzionale del Corpo di soccorso in mare con i seguenti risultati: unità navali soccorse – 11; persone soccorse – 36. Ancona, 14.08.2015 Per ulteriori informazioni, si invita a visitare il sito web della Guardia Costiera www.guardiacostiera.it.

Si ricorda, inoltre, che per le emergenze in mare è a disposizione il numero telefonico gratuito 1530, attivo 24 su 24, raggiungibile sia da telefoni fissi che mobili.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-08-2015 alle 16:20 sul giornale del 17 agosto 2015 - 1708 letture

In questo articolo si parla di porto, attualità, capitaneria di porto, ancona, mare, guardia costiera, Capitaneria di Porto di Ancona, emergenza in mare, direzione marittima

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/anbH





logoEV