contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > CULTURA
comunicato stampa

Camerano: Tappa di Enzo Iacopino per il "Festival del giornalismo d'inchiesta delle Marche"

5' di lettura
1272

Quest'anno il «Festival sul Giornalismo d'Inchiesta delle Marche» farà tappa anche nel Comune di Camerano. Il Festival, giunto alla quarta edizione, riunisce grandi giornalisti, illustri personaggi, professionisti del settore e appassionati dell'informazione, dando l'opportunità a tutti di potersi confrontare in dibattiti pubblici su argomenti d'attualità e d'interesse pubblico.

Nell’ambito del Festival saranno presenti quest’anno nomi illustri come Gian Carlo Caselli (ex procuratore), Mario Giordano (direttore Tg4), Marco Lillo (L’Espresso), Lirio Abbate (Il Fatto Quotidiano), Mauro Valentini (giornalista cronaca nera), Emanuela Valente (ideatrice e responsabile di "InQuantoDonna IQD" – Osservatorio sulla comunicazione del femminicidio in Italia), Luca Russo (analista forense) e rappresentanti dell’Ordine Nazionale e Regionale dei giornalisti. A Camerano, per il corso sul «Data Journalism» (Mercoledì 23 Settembre ore 9.00 Camerano Biblioteca “Baden Powell" Piazza Sant'Apollinare), riservato a soli giornalisti, saranno presenti Andrea Nelson Mauro (fondatore di Dataninja e vincitore dei Data Journalism Awards e dell'European Press Prize) e Gianluca De Martino, caporedattore della stessa testata, il Prof. Gianni Rossetti (Ex presidente Ordine dei giornalisti delle Marche e direttore della Scuola di giornalismo di Urbino). Conclusioni del Presidente del Consiglio nazionale dell’Ordine, Enzo Iacopino. Cos’è il «Data Journalism»? È un giornalismo per smanettoni? No. È un giornalismo che rispetta tutti i crismi della professione: ipotesi, ricerca e verifica (e ovviamente anche olio di gomito..!) che si avvantaggia di software per mettere in relazione i dati resi disponibili dalla digitalizzazione, ma privi di senso se non li si affronta con gli strumenti della tecnologia. Non è un’arena riservata a giornalisti investigativi e maghi del codice, ma semplicemente il fondamento del giornalismo, cioè la ricerca della verità, basandosi su dati reali e oggettivi.

Il «Data Journalism», (giornalismo basato sull'analisi di dati) è un approccio a cavallo tra ricerca e inchiesta giornalistica che fa un uso intensivo di database, mappe digitali e software per analizzare, raccontare e visualizzare un fenomeno o una notizia, spesso producendo dei veri e propri contenitori di informazione che raccolgono dati e notizie provenienti da fonti diverse. Il corso (gratuito della durata di 8 ore, assegnerà ai giornalisti iscritti all’Ordine 10 crediti formativi) prevede l'introduzione alla metodologia del giornalismo investigativo e l'analisi di alcune inchieste realizzate in Italia e termina con un workshop operativo. L'Ordine dei Giornalisti delle Marche assegnerà inoltre n. 4 crediti formativi per i giornalisti che saranno presenti alle serate di Osimo (giovedì 24/09/2015) e Castelfidardo (sabato 26/09/2015). Totale n. 8 crediti da aggiungersi ai n. 10 crediti della giornata di Camerano (23/09/2015). Iscrizioni mediante piattaforma Sigef. Per maggiori dettagli consultare il sito http://www.juterclub.it La manifestazione è patrocinata oltre che dal Comune di Camerano, dai Comuni di Castelfidardo, Osimo, Filottrano, Offagna, dal Consiglio Regionale delle Marche, dall’Associazione Riviera del Conero e dall’Ordine Nazionale e Regionale dei Giornalisti.

ENZO IACOPINO, è il presidente dell’Ordine dei Giornalisti. È stato vice caporedattore della redazione romana del Gazzettino, inviato speciale del Giorno e capo della redazione romana del Mattino di Napoli. Nel 1994 è stato eletto presidente dell'Associazione Stampa Parlamentare, carica ricoperta per dodici anni. È nel Consiglio nazionale dell'Ordine dei Giornalisti dal 2001, dove si è occupato prevalentemente della Commissione ricorsi.

ANDREA NELSON MAURO, data jour¬na¬list. Vincitore dei Data Journalism Awards e dell'European Press Prize. For¬mato nella cro¬naca locale, fondatore di Dataninja.it, Datamediahub.it, Confiscatibene.it. Collabora con gruppi editoriali in Italia e all'estero, agenzie di data journalism in Europa, NGOs e Pubbliche Amministrazioni italiane. Folk della com¬mu¬nity SpaghettiOpenData.org e OpenDataSicilia.it

GIANLUCA DE MARTINO, giornalista freelance, scrive per web, carta e tv. Ha trascorso dieci anni in quotidiani e emittenti televisive in Campania, dove si è occupato di politica, cronaca di vari colori, soprattutto nera, e inchieste. Poi ha scoperto il data journalism e non l’ha più mollato. Ha scritto anche per la televisione: nel 2012 tra gli autori di “Num3r1”, in onda su Rai Due e primo esperimento di data journalism in tv. Poi un’esperienza con La7 e altri due documentari autoprodotti. Con i dati gli piace raccontare soprattutto politica e calcio, due mondi dominati dalle opinioni.

GIANNI ROSSETTI, Presidente per circa vent’anni dell’Ordine dei giornalisti delle Marche e ora direttore della Scuola di giornalismo di Urbino. Ha lavorato per il Resto del Carlino, in Rai al TG Regione Marche ed è attualmente docente al corso di laurea in scienze della comunicazione. *Dataninja.it è un network di data journalism attivo in Italia e in Europa. Fondato nel 2012 da Alessio Cimarelli (data scientist, data journalist) e Andrea Nelson Mauro (giornalista, data journalist), attualmente il team è composto da Andrea Borruso (geomatico ed esperto di Open Data), Donata Columbro (giornalista, attivista e social media editor), Gianluca De Martino (giornalista, data journalist), Carlo Romagnoli (ricercatore, desk researcher) e Mara Cinquepalmi (giornalista), oltre che dai due fondatori.

Dataninja è nato come laboratorio di sperimentazione nel giornalismo ed è cresciuto rapidamente collaborando con con alcuni tra i più grandi gruppi editoriali del continente (Gruppo L’Espresso, Rcs, Wired Italia, Le Monde, El Confidencial), e partecipando attivamente ai principali eventi di networking del giornalismo globale (Global Editors Network Summit, Data Harvest+, International Journalism Fest). Dal training allo storytelling, Dataninja è oggi un hub di una rete di competenze, un nodo che collega numerosi professionisti e sperimentatori, mantenendo sempre il proprio orientamento principale focalizzato sul data journalism. #camerano #‎4FGI‬ #cultura #eventi #corsi #giornalismo #datajournalism‬





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-09-2015 alle 10:43 sul giornale del 08 settembre 2015 - 1272 letture