contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Bit: al Parco del Conero l’Oscar dell’Ecoturismo da Legambiente

2' di lettura
1686

Parco del Conero

L’Oscar dell’Ecoturismo al Parco del Conero: oggi alla Bit la premiazione da parte di Legambiente. L’ambito riconoscimento identifica il merito al Parco Regionale Naturale del Conero per aver favorito un percorso di qualificazione delle strutture turistiche presenti nella zona protetta, in base ad un processo di formazione improntato sulla sostenibilità.

Nello spazio della Borsa del Turismo della Regione Marche la cerimonia è avvenuta durante la presentazione del primo ‘Rapporto sul turismo ambientale. Turismo: l’ Italia si fa Verde’, promosso da Legambiente e Vivilitalia, in collaborazione con Federparchi Italia.

Tra i nove Parchi italiani premiati, spicca l’area protetta del Conero: ‘Ringraziamo Legambiente per questo premio –commenta il Presidente dell’ Ente Parco Lanfranco Giacchetti, a Milano per ritirare l’ Oscar dell’ Ecoturismo- e, soprattutto, per l’ importante supporto e la fondamentale collaborazione che da sempre ha con i Parchi e con le realtà ‘Green’.

Il Parco del Conero è ormai un valore indiscusso ed insostituibile in ambito turistico. Si scelgono le Marche in maggior numero per il paesaggio, per l’ambiente unico e per tutto quello che ne consegue, per l’eccellenza che deriva da un’azione continua di tutela e valorizzazione, insomma, dal complesso lavoro delle aree protette. Non c’è ambiente senza Parchi, nè turismo sostenibile, nè economia ‘green’’.

La strategia di sviluppo dell’Ente Parco del Conero va in direzione: ‘dell’incremento dell’agricoltura di qualità –continua Giacchetti- per avere prodotti identificativi del territorio da presentare con orgoglio nelle strutture ricettive e come promozione esterna. Passa dalla CETS, la Carta Europea del Turismo Sostenibile, ottenuta dal Parco del Conero grazie ad un intenso lavoro di rete che ha dato vita ad una lunga serie di progetti forieri di novità per l’ offerta turistica.

Passa dalla mobilità dolce, in cui crediamo molto ed in tanto altro. Nonostante i periodi bui che le aree protette delle Marche stanno fronteggiando, in mezzo a mille difficoltà si cerca comunque di tenere duro e di continuare quell’ impegno che ci contraddistingue per lo sviluppo sostenibile reale e duraturo del territorio, con i Parchi come elementi fondamentali e con un ruolo primario’.



Parco del Conero

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-02-2016 alle 18:48 sul giornale del 13 febbraio 2016 - 1686 letture