700 prenotazioni al centro di aiuto gratuito allo studio

3' di lettura Ancona 19/05/2016 - Quasi 700 prenotazioni al centro di aiuto allo studio di Ancona. Una cifra importante per il servizio comunale di via Scrima condotto da volontari a titolo gratuito. Ieri la visita al centro del Sindaco Mancinelli, dell'assessore Foresi e del consigliera Sanna. Sanna: "Ad Ancona non devono essere solo le negatività ad essere pubblicate, ma anche chi nel silenzio lavora gratuitamente per la comunità donando se stessi."

Molto spesso le grandi e gravi difficoltà che, oggi, caratterizzano l'impegno di studio dei nostri ragazzi, non sono dovute a problemi didattici o a una mancanza di qualità o capacità; il problema fondamentale è talvolta un "blocco" che viene prima, un blocco affettivo, di fiducia che iragazzi si trovano addosso. Per questo, l'associazione Marche Studenti di Ancona, con il patrocinio del Comune di Ancona, con la sponsorizzazione della Prometeo Estra, ha organizzato, dallo scorso novembre, un Centro di Aiuto allo Studio pomeridiano, presso i locali della circoscrizione di via Scrima 19, che sta cercando di aiutare gratuitamente quegli studenti che, per ragioni diverse, incontrano difficoltà nel percorso didattico da loro scelto. Il progetto prevede che le suddette lezioni siano individuali, secondo il modello dello sportello didattico in cui il rapporto studente - docente si realizza uno ad uno, a meno che gli studenti stessi non facciano richiesta di essere inseriti in piccoli gruppi di studio.

Le lezioni, svolte da docenti, professionisti volontari e studenti laureandi, si tengono due volte la settimana, il martedì e il giovedì, dalle h.15,00 alle h. 18,00, su prenotazione dei ragazzi o delle loro famiglie, presso la sede della II circoscrizione in Via Scrima 19, Ancona e sono del tutto gratuite.

Ieri pomeriggio, 19 maggio, ho accompagnato il sindaco di Ancona, avv. Valeria Mancinelli assieme all’assessore Stefano Foresi, a visitare il Centro di aiuto allo studio ed ha potuto così fermarsi a parlare con i volontari e con i numerosi ragazzi che riempivano le tre sale del centro circoscrizionale. E’ una di quelle meravigliose realtà che operano nel silenzio e che contribuiscono all’educazione dei nostri ragazzi Il prof. Nicola Campagnoli ha spiegato che in 7 mesi di attività, il Centro sta oggi seguendo circa 70 ragazzi in 14 materie diverse, le prenotazioni ad oggi sono giunte quasi al numero di 700 e i volontari impegnati 34. Il centro ha anche due volontarie che seguono la segreteria e le prenotazioni.

Quale la spiegazione di numeri così impressionanti? Perché tanti ragazzi frequentano così assiduamente il Centro? Ha spiegato Campagnoli: "Malgrado tutto l’influsso negativo dell’ambiente, malgrado il tentativo di riduzione dell’io, c’è qualcosa nei ragazzi che resiste, fosse anche sotto mille macerie, sotto mille distrazioni. C’è! È la natura dell’io. È l’esperienza elementare, che nessuno può cancellare del tutto. Perciò la prima questione è se noi stiamo di fronte ai nostri ragazzi come fatti di esigenze ed evidenze elementari, di grandi desideri e aspirazioni,e se li guardiamo così."

Il Centro non si pone assolutamente come un'alternativa alla scuola, ma vive proprio per il tentativo di poter aiutare i ragazzi a ricercare insieme il senso della scuola, la motivazione ultima; cosi riscoprono il senso del loro lavoro anche gli adulti che svolgono la loro "caritativa", come la chiamano al Centro. "La legge della vita è proprio la carità, il dono. Come noi ci scopriamo oggetto di attenzione e aiuto, così anche noi ci mettiamo al servizio di chi ha bisogno. Così scopriamo per cosa si vive. Si vive per amore, per la carità", spiega al sindaco il prof. Campagnoli.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-05-2016 alle 23:50 sul giornale del 20 maggio 2016 - 6406 letture

In questo articolo si parla di attualità, udc, Tommaso Sanna

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aw99





logoEV