contatore accessi free

Parco del Conero, Rubini (Sel): "Il PD distrugge un'eccellenza nazionale"

parco del conero 1' di lettura Ancona 18/10/2017 - La scelta della Regione Marche di commissariare l'ente Parco del Conero per un periodo transitorio di sei mesi è solo l'ultima di una lunga serie di condotte scellerate tenute dal PD locale e regionale nei confronti di una delle migliori eccellenze turistico-paesaggistiche della zona.

Dopo aver tagliato ogni trasferimento economico, aver costretto i pochi dipendenti rimasti a lavorare praticamente come volontari, aver ridotto l'attività dell'ente al lumicino, il PD decide dunque di dare il colpo di grazia al Parco del Conero. Sei mesi di commissariamento, in balia dell'ennesima guerra intestina ai democratici, protagonisti di una vergognosa lotta di potere interna, ancora una volta sulla pelle dei cittadini.

Si, perché a rimetterci è ancora una volta il territorio anconetano, questa volta con una delle sue più uniche eccellenze, da anni riconosciuta come un patrimonio ambientale e paesaggistico unico, colpevolmente abbandonato dalla politica locale. Che ne sarà dunque del Parco del Conero? Le sue sorti sono nelle mani della Mancinelli, di Ceriscioli e dei loro soci del PD. C'è molto poco di cui stare tranquilli.

Francesco Rubini, capogruppo SEL - Ancona Bene Comune


da Francesco Rubini

Consigliere comunale SeL Ancona Bene Comune







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-10-2017 alle 17:37 sul giornale del 19 ottobre 2017 - 2882 letture

In questo articolo si parla di attualità, conero, parco del conero, SeL, Ancona Bene Comune, Francesco Rubini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/aN8l





logoEV
logoEV