contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > CRONACA
articolo

Danni al Piano, feroce pit bull squarciava gomme a comando del padrone

3' di lettura
2123

Feroce cane pit bull squarciava gomme a comando del padrone, un 25enne residente ad Ancona. E quella che sembrava essere una normale passeggiata si trasformava da settimane in danni. Le indagini della squadra Mobile della polizia di Stato stronca il danneggiamento.

La Polizia di Stato, a seguito di accurate indagini, è riuscita ad identificare l’autore dei numerosi danneggiamenti di pneumatici di veicoli parcheggiati nella zona Piano di Ancona, tra Piazza d’Armi e Via Cristoforo Colombo. Atti vandalici tutti avvenuti nelle recenti settimane che stavano destando preoccupazione e rabbia nei numerosi abitanti della zona che si sono ritrovati le gomme delle loro auto irrimediabilmente perforate con ingenti costi da sostenere per la loro sostituzione. Qualcuno di loro, addirittura, è stato colpito più volte, come la titolare di un esercizio di Via Cristoforo Colombo che ha denunciato l’accaduto per ben due volte.

E' così che dopo l'intervento della Polizia di Stato l’autore dei fatti, veniva identificato dalla Squadra Mobile della Questura dorica. Si tratta di un 25enne di origine caraibica, A.G.C., persona già nota agli Uffici della Polizia per i numerosissimi precedenti penali di ogni genere a suo carico. Gli investigatori della Squadra Mobile, diretta dal dott. Carlo Pinto e i poliziotti del Gabinetto Interregionale della Polizia Scientifica diretta dal dott. Massimiliano Olivieri, sono riusciti a dare un volto ed un nome al responsabile degli episodi.

Un minuzioso lavoro in perfetta sinergia consistito nell’osservazione e nella comparazione di ore e ore di registrazioni di filmati raccolti dalle telecamere del quartiere hanno permesso ai poliziotti di ricostruire tutti i passaggi e gli spostamenti del 25enne che non sempre vive ad Ancona ma è solito spostarsi in altre province. Molto singolari le modalità delle azioni delittuose.

A perforare le gomme delle auto era il suo feroce cane pittbull che, addestratitissimo, risponde al comando del suo padrone; bastava un colpetto con il piede sul copertone da mettere fuori uso e l’animale scattava con ferocia impressionante azzannando il copertone fino squarciarlo irrimediabilmente, il tutto in una manciata di secondi; e così proseguendo indisturbato la sua passeggiata con il suo cane sciolto dal guinzaglio fino ad avvicinarsi ad un’altra auto in sosta e così via. Tutti atti vandalici compiuti aizzando l’animale contro gli pneumatici, senza alcun motivo.

Questa mattina, i poliziotti della Squadra Mobile, hanno raggiunto il giovane cubano nella sua abitazione di appoggio, sita qui ad Ancona ed hanno dato esecuzione ad un decreto di sequestro preventivo del pericoloso animale disposto dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Ancona Andrea Laurino, affidandolo in giudiziale custodia ad un canile comunale.

Il particolare tipo di sequestro ha richiesto necessariamente la presenza anche del personale specializzato del Servizio Veterinario di Sanità Animale di Ancona, che, affiancato dagli investigatori della Squadra Mobile, hanno provveduto alla sottrazione dell’animale al proprietario, mettendolo immediatamente in sicurezza nella struttura. Il responsabile degli episodi delittuosi A.G.C. è stato denunciato dalla Polizia di Stato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Ancona per il reato di danneggiamento aggravato sia per i mezzi utilizzati e sia per aver agito su beni esposti alla fede pubblica. Ed ora, oltre a rispondere penalmente per i reati a lui ascritti, dovrà risarcire le parti offese.





Questo è un articolo pubblicato il 27-10-2017 alle 18:54 sul giornale del 28 ottobre 2017 - 2123 letture