contatore accessi free

Minacciava parroci e appiccava incendi nelle Chiese. 57enne incastrato dalla Digos

Polizia digos 1' di lettura Ancona 05/05/2018 - Minacciava parroci e appiccava incendi nelle Chiese. 57enne incastrato dopo una complessa indagine della Digos avviata ad agosto 2017. Due i casi accertati

Nell’ambito di una complessa ed elaborata attività d’indagine, avviata nell’agosto 2017, da personale di questa DIGOS diretto da Anna Maria Furcolo, a seguito di minacce indirizzate a due parroci dell’Arcidiocesi di Ancona-Osimo ed agli incendi dolosi perpetrati all’interno di alcune chiese del Capoluogo Dorico, tutti originati utilizzando come innesco la tovaglia dell’altare, si è giunti all’identificazione di E.G. quale autore degli eventi delittuosi. L’uomo chiaravallese di 57 anni, gravato da alcuni pregiudizi di polizia, dichiaratosi simpatizzante dei movimenti di destra, avrebbe agito per contestare i programmi di accoglienza nei confronti di cittadini extracomunitari, che a suo dire avrebbero avuto maggior attenzione di quella che il medesimo avrebbe continuamente richiesto e mai ottenuto. A seguito di una perquisizione effettuata all’interno della sua abitazione, sono stati rinvenuti ulteriori elementi probatori, che hanno corroborato la denuncia in stato di libertà, formalizzata dagli inquirenti alla Procura della Repubblica di Ancona, per i reati di minaccia pluriaggravate e danneggiamento aggravato. Inoltre, nel corso dell’attività e’ stato sequestrato un porta tessera di riconoscimento dell’Arma dei Carabinieri, motivo per cui E.G. è stato anche deferito all’A.G. per il reato di possesso di segni distintivi contraffatti.








Questo è un articolo pubblicato il 05-05-2018 alle 16:36 sul giornale del 07 maggio 2018 - 882 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, ancona, vivere ancona, laura rotoloni, vivereancona.it, redazione@vivereancona.it, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aUeB





logoEV
logoEV
logoEV