contatore accessi free

Il Ballerino e coreografo Dominique Mercy torna ad Ancona

3' di lettura Ancona 25/11/2018 - Dominique Mercy, riferimento del teatro danza mondiale, è tornato ad Ancona per tenere un workshop di danza contemporanea nel weekend organizzato da La Luna Dance Center

Danzatore di punta del Tanztheater Wuppertal Pina Bausch fin dalla sua fondazione nel 1973, da allora è interprete indimenticabile di tutti i capolavori della grande coreografa tedesca. Nominato Cavaliere delle Arti e delle Lettere nel 2001, ha ricevuto un Bessie Award nel 2002 per il suo assolo in Masurca Fogo e la Legione d’Onore nel 2013.

“Siamo felici che Dominique così come i danzatori del Tanztheater Wuppertal Pina Bausch siano di casa alla Luna ormai da più di otto anni, dice Cristiano Marcelli, direttore del centro danza anconetano e percussionista in occasione delle lezioni di Mercy. “Dominique è un artista fuori dal comune e una persona di una sensibilità incredibile. Quando è in scena non è difficile vedere tra il pubblico persone commosse fino alle lacrime, lo dico per esperienza diretta. Ciò che ha trasmesso ad allievi ed insegnanti che hanno partecipato al suo workshop in questi giorni è inestimabile, informazioni molto specifiche per approdare alla tanto ricercata qualità, attraverso la coscienza e il controllo del proprio corpo”.

Tra i protagonisti del film candidato agli Oscar nel 2009 “Pina” di Wim Wenders, Mercy ha voluto approfittare della sua permanenza ad Ancona per visitare la mostra di Salgado alla Mole, sul quale lo stesso Wenders ha realizzato un film.

Per informazioni: lalunadancecenter.com

Biografia Dominique Mercy


Nato nel 1950 a Mauzac in Dordogna, Dominique Mercy ha iniziato a ballare sei anni dopo a Talence, nella regione di Bordeaux, con la signora Dupradeau. Nel 1965, dopo tre anni di studio con la signora Germaine Lalande, si unì al corpo di ballo del Grand Théâtre de Bordeaux.
Ingaggiato dal Ballet Théâtre Contemporain fin dalla sua fondazione nel 1968 da Jean-Albert Cartier e Francoise Adret, ha incontrato Manuel Alum, ballerino e coreografo della compagnia di Paul Sanasardo.
Nel 1972, dopo il loro incontro al Saratoga Festival negli Stati Uniti, Pina Bausch lo ha invitato a unirsi a lei a Wuppertal per il debutto del Tanztheater nel 1973. Dopo la creazione di Fritz (1974), tiene i ruoli principali, al fianco di Malou Airaudo nell'opera danzata, Iphigénie en Tauride (1974) e Orfeo ed Euridice (1975). Lascia la Germania per Parigi dove partecipa a due produzioni di Carolyn Carlson all'Opera di Parigi, Wind, Water, Sand (1976) e The Architects (1980) e lavora con Peter Goss.
Con Jacques Patarozzi e Malou Airaudo, ha fondato assieme a Hélène Pikon e Dana Sapiro il gruppo La Main.
Ritorna a Wuppertal nel 1980 e diventa uno dei maggiori interpreti di Pina Bausch. Dal 1988 al 2009 insegna alla Folkwang Hochschule di Essen-Werden.
Nel 1999, nell’ambito del Vif du Sujet al Festival di Avignone, Josef Nadj crea per lui la prima parte di Petit Psaume du Matin, duo che sarà presentato per la prima volta nella sua versione definitiva nel settembre 2001 alla Biennale di Venezia .
Régis Obadia gli dedica un film, Dominique Mercy danse Pina Bausch (2003).
Nel 2009 dopo la morte di Pina Bausch, assume con Robert Sturm la co-direzione della compagnia fino al marzo 2013, continuando a ballare il suo repertorio. Partecipa al film di Wim Wenders, Pina (France Televisions Editions, 2011).
Nominato Cavaliere delle Arti e delle Lettere nel 2001, ha ricevuto un Bessie Award nel 2002 e la Legione d’Onore nel 2013.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-11-2018 alle 19:51 sul giornale del 26 novembre 2018 - 587 letture

In questo articolo si parla di ancona, merci

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/a1K6





logoEV
logoEV