contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > POLITICA
articolo

Rubini AiDC sulla sospensione del DL Sicurezza: “Una sfida al PD”

2' di lettura
530

Parte dal Capogruppo in consiglio comunale di Altra Idea di Città la proposta di disubbidire al Secreto Legge Sicurezza riguardo alla non iscrizione dei richiedenti asilo per motivi umanitari all’anagrafe comunale. Rubini: “Un atto di disobbedienza per preservare la Costituzione”

Con le segreterie nazionali dei partiti di sinistra in stato di riorganizzazione parte dai Sindaci la prima vera opposizione al Governo Giallo verde. I primi a prendere l’Iniziativi il Sindaco di Palermo orlando e il Sindaco di Napoli De Magistris, subito seguiti dalle città di Firenze, Reggio Calabria e Parma. A provocare l’alsata di scudi l’articolo 13 del Decreto Legge, che impedirebbe ai richiedenti asilo per motivi umanitari di iscriversi all’anagrafe comunale (compresi minori non accompagnati), risultando di conseguenza clandestini sul territorio nazionale.

A portare la proposta di non applicazione del Decreto Legge in Ancona il Capogruppo di Altra Idea di Città Francesco Rubini: “Non proponiamo l’inosservanza della legge perché non ci piace, ma perché è incostituzionale” spiega Rubini, “La disubbidienza è alla legge formale, ma si rispetta la costituzione, la nostra non è una proposta eversiva”. Tra gli obiettivi della proposta iscritta da Rubini all’ordine del giorno del prossimo Consiglio Comunale quindi anche il dimostrare l’incostituzionalità del decreto, tramite un inequivocabile atto di disobbedienza alla legge statale, che non ha mancato di sollevare significative polemiche tra i Sindaci che hanno aderito alla protesta e il Ministri dell’Interno.

Perché anche Ancona dichiari la sospensione dell’articolo 23 del Decreto Legge firmato da Salvini però Rubini avrà bisogno dell’appoggio della maggioranza e quindi dei voti del PD: “La nostra è una sfida al PD” annuncia Rubini “Perché la mozione passi avremo bisogno dei loro voti. Li invitiamo con questa proposta a prendere una presa di posizione verso il Ministro dell’Interno. Se avranno il coraggio necessario ben venga la collaborazione per bloccare questo decreto legge”.

In consiglio Comunale PD e Altra Idea si erano già trovati a sostenere posizioni compatibili contro il Decreto Sicurezza, firmando insieme una mozione per richiedere al Governo la sospensione del Decreto e l’apertura di un confronto con ANCI (Qui l’articolo sulla vicenda), ma questa volta il PD si riserva di riflettere. Mentre il Sindaco Mancinelli non commenta il capogruppo del Partito Democratico in consiglio comunale Michele Fanesi fa sapere che i Consiglieri Dem si riuniranno nei primi giorni della prossima settimana per discutere e decidere insieme la linea da seguire.



... Francesco Rubini


Questo è un articolo pubblicato il 04-01-2019 alle 19:46 sul giornale del 05 gennaio 2019 - 530 letture