contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > ATTUALITA'
articolo

Torna la fiera di San Ciriaco. Artigianato, street food e curiosità

2' di lettura
1265

In migliaia tra le bancarelle della Fiera di San Ciriaco. Sempre un appuntamento imperdibile per gli anconetani

C’è che l’aspetta tutto l’anno e gli immancabili detrattori, ma anche nel 2019 la Fiera di San Ciriaco attrae migliaia di persone tra le bancarelle che dal primo al 4 maggio occuperanno la spina dei corsi e il primo tratto di via XX settembre.

Si mantiene la disposizione appunto la disposizione degli scorsi anni, che vede bancarelle e stand svilupparsi lungo Corso Garibaldi, Corso Stamira e Corso Mazzini e fino a Porta Pia lungo via XX settembre e piazza del Papa. Una logistica apparentemente gradita dagli anconetani, riservando la possibilità di passeggiare nel cuore del centro storico e godere dello scorcio della cattedrale che in lontananza sovrasta la celebrazione del suo santo patrono.

Anche quest’anno in molti hanno atteso la fiera per trovare qualche occasione per sé o per la casa. Non mancano infatti gli articoli per la pulizia o tagliare le immancabili verdure, pubblicizzati dai venditori muniti di microfono. Ad attirare anche la qualità dei prodotti artigianali, sia di vestiario che di arredo, che offrono interessanti prodotti e sconti per molti avventori. Per gli appassionati di tecnologia immancabili i numerosi stand dedicati a cover e accessori per smartphone. Non resta deluso neanche chi ha scelto la fiera alla ricerca di curiosità e rarità. Se sestavate da tempo cercando il teschio di un caimano o un bel paio di ali d’angelo siete nel posto giusto.

Per quasi tutti la Fiera di San Ciriaco è sinonimo anche di gastronomia. Tantissimi gli stand pronti a soddisfare ogni gusto con offerte locali, interregionali ed esotiche. Si può scegliere la classica piadina romagnola o l’ancor più classico panino con la porchetta, ma chi è alla ricerca di nuovi sapori e piatti troverà anche innumerevoli stand di street food e birra artigianale. I più golosi potranno fare un tour gastronomico che parte dalla pizza al testo della vicina Umbria per arrivare alle succulente costine cotte a fuoco lento dello stand argentino, da assaporare ascoltando musica dal vivo.





Questo è un articolo pubblicato il 02-05-2019 alle 21:16 sul giornale del 03 maggio 2019 - 1265 letture