Caporalato: al Podesti si è parlato di lavoro e diritti negati

2' di lettura Ancona 21/05/2019 - Nella giornata “100 scuole per Alessandro Leogrande”, progetto che ha coinvolto istituti scolastici di tutta Italia nel ricordo del giornalista e scrittore impegnato nel raccontare nuove forme di sfruttamento sul lavoro, l'IIS “Podesti Calzecchi Onesti” è sceso in campo per dedicare una giornata alla riflessione sul mondo del lavoro.

Nuove schiavitù, caporalato e sfruttamento: di questo si è parlato in un auditorium gremito. Gli studenti si sono confrontati con alcuni professionisti che hanno raccontato il fenomeno del caporalato sotto vari punti di vista. A portare le loro testimonianze, i giornalisti Pierfrancesco Curzi e Massimo Veneziani, il sindacalista della Fiom, Tiziano Beldomenico e lo scrittore e giornalista Angelo Ferracuti.

Particolarmente toccante è stata la visione del cortometraggio, presentato da Valerio Cuccaroni di Corto Dorico Film Festival, " La giornata" di Pippo Mezzapesa, incentrato sulla storia di Paola Clemente. Storie di vecchi e nuovi sfruttamenti, il rapporto tra migrazioni e sfruttamento, vicende drammatiche che hanno come protagonisti lavoratori in Italia e anche nelle nostre Marche: gli interventi dei relatori hanno catturato l'attenzione degli studenti. Da sempre sensibile ai temi dei diritti civili, impegnato nel coinvolgimento degli studenti nei più delicati temi del vivere contemporaneo, l'istituto anconetano ha aggiunto oggi un altro importante tassello ad un progetto avviato già nel passato anno scolastico.

Quest'anno l'IIS “Podesti Calzecchi Onesti” è infatti alla sua seconda tappa del percorso inaugurato lo scorso anno e dedicato al mondo del lavoro. Il progetto, “Per non morire di lavoro” ha coinvolto i ragazzi sui temi della sicurezza sui luoghi di lavoro, della capacità dei lavoratori di essere strumento di innovazione, della centralità del lavoro con uno sguardo particolare al territorio.

Un tema, quello del caporalato e delle nuove forme di schiavitù, che gli studenti hanno già avuto modo di approfondire con i propri docenti con discussioni in classe e attraverso la lettura del libro-testimonianza Uomini e caporali di Alessandro Leogrande. Il libro-inchiesta accende un faro sul fenomeno del caporalato in Italia, fenomeno che, nel nostro Paese, è purtroppo ancora diffuso: secondo il terzo rapporto Agromafie e Caporalato realizzato da Flai-Cgil nel 2016, sono più di 400mila le persone coinvolte nel fenomeno che, in alcuni casi, arriva a degenerare in vera e propria schiavitù.


da Istituto di Istruzione Superiore “Podesti-Calzecchi Onesti”






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-05-2019 alle 17:19 sul giornale del 22 maggio 2019 - 385 letture

In questo articolo si parla di scuola, attualità, lavoro, chiaravalle, ancona, caporalato, Istituto di Istruzione Superiore “Podesti-Calzecchi Onesti"

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a7Kr





logoEV