Tragedia al porto, sciopero e solidarietà per Luca, il giovane papà scomparso mentre si trovava al lavoro

3' di lettura Ancona 11/06/2019 - Sciopero e solidarietà al Porto dorico da tanti amici e colleghi per Luca Rizzeri, il giovane papà scomparso mentre si trovava al lavoro. "Non si può morire così!"

"Siamo sconvolti da quanto successo stamattina (10 giugno ndr), per la perdita di un nostro fratello oltre che amico e collega. Tutti i nostri pensieri sono rivolti alla sua famiglia, per il vuoto improvviso lasciato." Salutano così i colleghi ed amici dell'associazione Stella Maris in un post Luca Rizzeri scomparso tragicamente ieri dopo una frustata fatale al collo di una cima di una nave.

Un incidente tragico avvenuto durante l'attracco della BF Philipp una nave battente bandiera portoghese, ma di proprietà di un italiano. Un dramma per la sua famiglia a cui Luca era molto legato. Sua moglie Giuliana a cui un amico e collega del marito ha dovuto dare la triste notizia e poi i suoi figli, ancora molto piccoli. In un recente post Luca aveva affidato parole d'amore alla sua famiglia: "Tutta la mia vita". Un amore grande il suo, ed ora una vita spezzata, una famiglia distrutta.

Ed ora gli inquirenti promettono indagini accurate per far luce sul caso, quello di una papà che amava la vita e la sua famiglia, che non vedeva l'ora di poter stare con i suoi figli. Intanto i documenti e i filmati delle telecamere di video sorveglianza sono stati acquisiti con la speranza che abbiano ripreso tutto. La procura ha aperto un'indagine per omicidio colposo contro ignoti, mentre per i funerali ancora nulla. Cavo e sequestrato e nave ferma per ulteriori accertamenti da parte della Guardia Costiera.

Di certo nulla porterà Luca in vita. Ma un bel gesto di solidarietà viene del porto, parte della sua famiglia allargata, quello di devolvere i fondi raccolti questa mattina per la sua famiglia. Ne è mancato un sit in di sciopero indetto dai sindacati per dire basta alle morti bianche, non si può morire così per lavoro.

Tra i presenti al sit-in indetto davanti alla sede dell'autorità anche una rappresentanza Pd. L'Onorevole Lodolini e il Segretario PD Regionale Giovanni Gostoli. "La sicurezza che vogliamo è quella di non morire sul luogo di lavoro. Una vera emergenza nel Paese. Quando accade è una sconfitta per tutti. Bisogna investire di più in prevenzione e avere dei controlli efficaci. Un abbraccio alla famiglia di Luca." ha dichiarato Gostoli insieme ai sindacati al sit-in al porto Ancona.

LEGGI ANCHE:

Garofani rossi per Luca Rizzeri. I Sindacati denunciano al porto la scarsa sicurezza, dopo la morte dell’operaio 33enne. IL VIDEO

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite WhatsApp, Telegram, Messenger e Viber di VivereAncona
Per Whatsapp aggiungere il numero 350 053 2033 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero un messaggio.
Per Telegram cercare il canale @vivereancona o cliccare su t.me/vivereancona.
Per Facebook Messenger cliccare su m.me/vivereancona.
Per Viber cliccare su chats.viber.com/vivereancona.








Questo è un articolo pubblicato il 11-06-2019 alle 11:16 sul giornale del 12 giugno 2019 - 3833 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, ancona, vivere ancona, laura rotoloni, vivereancona.it, redazione@vivereancona.it, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a8tP