Falconara: 'Tamburo e coltello', torna la serata di cucina e musica per ricordare lo chef Marco Passini

4' di lettura 21/08/2019 - Venerdì 6 settembre, al Ristorante Pizzeria Arnia del Cuciniere di Falconara Alta, torna l’evento per riassaporare e condividere le più grandi passioni che hanno segnato il percorso di vita professionale e privata dello chef marchigiano Marco Passini.

Anche per questa quarta edizione, il ricavato dell’evento sarà devoluto a sostegno di progetti socio-culturali e alla creazione di alcune borse di studio per giovani chef, intitolate a Passini, presso l’Istituto Alberghiero di Loreto 'Einstein-Nebbia'. L’evento è realizzato dall’Associazione Culturale Tamburo e Coltello in collaborazione con: Arnia del Cuciniere, Antica Cantina Sant’Amico, Cecconi, Cooperativa del Mosciolo di Portonovo, Distilleria Varnelli, Frutti & Company, Gelateria Coccoverde, Martarelli Formaggi, Salumi dell’Abbazia, Slow Food Ancona e Conero, Top Service Senigallia, Tiriboco, Lo Stocco di Barchiesi, Cantine Monteschiavo e Comune di Falconara Marittima.

L’Associazione Culturale Tamburo e Coltello, è stata fondata lo scorso luglio con lo scopo di mantenere viva la memoria dello scomparso chef e musicista falconarese, distintosi sempre per la sua grande umanità, la professionalità, la passione per il territorio e le sue materie prime, l’impegno sociale autentico e disinteressato. Il comitato direttivo dell'Associazione è composto da Marco Refe, Fabio Della Lunga, Danila Giampieri, Stefano Boggi, Claudio Api, Mariano Faraoni e Andrea Mangoni. Presidente onorario è Franco Passini, papà di Marco.

Le tre precedenti edizioni della manifestazione hanno permesso di erogare ben 11 borse di studio rivolte ad altrettanti studenti meritevoli dell’Istituto Alberghiero di Loreto, distintisi per il loro profitto scolastico ma anche per il loro desiderio di proseguire la loro carriera nel mondo della ristorazione senza dimenticare l’impegno sociale. Tra le finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale e culturale perseguite dall’associazione è in programma il sostegno economico, in collaborazione con le associazioni Tenda di Abramo e Rugby Falconara, di un progetto curato da Matthias Canapini un giovane scrittore e reporter di Fano, che prevede un lungo viaggio in Africa che inizierà il 31 Agosto e si concluderà a Dicembre.

Inizierà ai campi profughi Saharawi nel deserto algerino, raccontando il progetto "Rio de Oro" gestito da una piccola associazione di Grottamare che sostiene decine di bambini disabili, con un'alta percentuale di mortalità infantile e problematiche derivanti dalle condizioni igienico-sanitarie. Proseguirà poi il viaggio verso la Sierra Leone via terra, attraversando Marocco, Mauritania, Senegal, Guinea Bissau, Guinea Conakry e Sierra Leone ritornando in Italia per la Tunisia e Lampedusa. Raccoglierà storie sulle rotte dei migranti, ma anche testimonianze sul mondo contadino. In Mauritania ad esempio seguirà un progetto di pastorizia e concluderà con l'ospedale di Emergency in Sierra Leone. L’Associazione intende inoltre collaborare a un progetto dell’Amministrazione Comunale di Falconara destinato ai giovani che muovono i loro primi passi nel mondo della musica attraverso la creazione di una sala prove attrezzata.

La serata del 6 settembre avrà inizio a partire dalle 19,30 con "La credenza marchigiana", un po’ aperitivo, un po’ cena. Un ricco buffet, su prenotazione, dove protagonisti saranno i sapori preferiti da Marco Passini, materie prime di altissima qualità, preparazioni realizzate con cura, con quel gusto buono delle cose semplici. In cucina, i noti Chef Claudio Api, Mariano Faraoni, Andrea Mangoni e la partecipazione speciale di Mario Avallone chef de “La Stanza del Gusto” di Napoli, colleghi con i quali Passini ha condiviso la passione per questo lavoro, nonché profonde amicizie.

Pezzo forte della serata i “Moscioli alla Passì”, ricetta appositamente creata da Claudio Api e Riccardo De Simone. Non da meno la selezione del bere, con la birra alla spina artigianale Engel Gold proposta da Cecconi, il Verdicchio dei Castelli di Jesi e la Lacrima di Morro d’Alba dell’Antica Cantina Sant’Amico, l’anice e gli amari della Distilleria Varnelli e una gustosa sangria marchigiana. Durante l’aperitivo e per tutta la serata sarà inoltre possibile gustare la buonissima produzione artigianale della Gelateria Coccoverde di Riccardo De Simone. Ad accompagnare il buffet, dalle 19.30, il duo acustico Piano B con una proposta che miscela rock classico e canzone d’autore. In occasione dell’evento sarà possibile acquistare le magliette “Tamburo e Coltello 2019” e le “parnanze dello chef”.

Dalle ore 21.00 in poi si susseguiranno sul palco gli Ekydna con Samuele Brunori (basso), Giorgia Brunori (voce), Gabriele Gelo Signorino (tastiere) e Alessandro Della Lunga (batteria) e il loro repertorio R&B, New Soul e Hip hop caratterizzato da un sound di matrice jazzista legata al groove e al l'improvvisazione e “A remark you made”, un omaggio ai Weather Report con Marco Postacchini (sax), Paolo Principi (tastiere), Roberto Gazzani (basso) e Andrea Morandi (batteria).

L'accesso al buffet, compreso il primo drink, ha il prezzo di 15 euro. Per prenotare, entro giovedì 5 settembre, è possibile inviare una mail a tamburoecoltello@gmail.com o mandare un messaggio alla pagina Facebook ufficiale “Tamburo e Coltello”.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-08-2019 alle 16:28 sul giornale del 22 agosto 2019 - 1140 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, falconara alta, marco passini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a0S4