Calcio: presentato in Comune il manifesto antidoping per combattere l'uso del doping nei giovani

2' di lettura Ancona 12/12/2019 - Si è svolta giovedì mattina in Comune, alla presenza della presidente del Consiglio comunale, Susanna Dini, la tappa finale del progetto "Keep calm and play safe" che vede coinvolta la Giovane Ancona Calcio e due partner internazionali - Dia Sport, Bulgaria e Flamurtari Calcio, Albania - con l'obiettivo di creare/rafforzare un network internazionale tra partner di progetto e stakeholder locali, regionali ed europei per sviluppare e incoraggiare l'educazione anti-doping tra le giovani generazioni, coinvolgendo le famiglie, gli operatori sportivi e i cittadini.

Il network internazionale funge da ponte per promuovere la cooperazione e le sinergie tra organizzazioni pubbliche e private, contribuendo così a promuovere i valori dello sport in Europa. All'incontro di oggi hanno partecipato Diego Franzoni, Presidente Giovane Ancona Calcio, Marco Cardinaletti, Coordinatore Progetto PLAY, Claudio Grassini, Giovane Ancona Calcio, Tatiana Velitchkova, Dia Sport – Bulgaria (Partner PLAY), Ilir Banushi, Flamurtari Calcio – Albania (Partner PLAY), Fabio Sturani - Regione Marche e Don Dino Cecconi, Delegato allo sport Arcidiocesi.

“Attraverso un approccio multidisciplinare e inclusivo- è stato sottolineato- il progetto KEEP CALM AND PLAY SAFE contribuisce a rafforzare le strategie e i principi dell'UE per la promozione dell’attività fisica anche attraverso attività formative/informative e l'adozione di un Manifesto antidoping per combattere l'uso di doping nello sport di base”. Nel corso dell'incontro sono stati diffusi i risultati del progetto, in particolare alcuni dati relativi all’analisi /screening effettuata sui ragazzi e sulle famiglie coinvolte dal progetto PLAY volta a misurare l’approccio allo sport e al tema doping.

Ad esempio alla domanda “Ritieni che una delle seguenti sostanze o droghe possa contribuire a migliorare la prestazione dell'atleta?” Sul totale delle sostanze elencate i NO superano di gran lunga i SI e i NON SO ma esiste anche una percentuale pari circa al 6% di chi ammettere di non volere rispondere. Gli ultimi dati NADO Italia riferiscono che nel 2017 sono stati fatti 8727 controlli ad atleti/amatori che militano presso tutte le federazioni e sul totale degli esaminati sono stati riscontrati 97 casi di doping, che equivale al 1,11%.

E' stato inoltre presentato il Manifesto antidoping, documento di Policy che firmato da tutto il partenariato di progetto sarà inviato alla Commissione Europea come contributo politico sul tema dello sport, della partecipazione e della lotta al doping.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-12-2019 alle 16:25 sul giornale del 13 dicembre 2019 - 179 letture

In questo articolo si parla di sport, calcio, ancona, comune di ancona, doping

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bdZR





logoEV