Associazione Heta, al via nuovi servizi: presentata l'attività 2020

3' di lettura Ancona 21/02/2020 - Con il 2020 l’Associazione Heta apre nuovi servizi nell’ambito delle attività rivolte alle persone con problematiche psichiche e sociali, di cui da sempre si interessa e orienta le sue iniziative

In particolare da Marzo verranno avviati uno spazio Diurno, un’attività Domiciliare e un servizio Residenziale che, insieme ai percorsi clinici di sostegno alla persona (colloqui, gruppi e laboratori) e alle attività di prevenzione, formazione e ricerca, qualificano il percorso che l’Associazione di Promozione Sociale Heta ha avviato ad Ancona fin dal 2011, anno della sua nascita. “Casheta” Progetto di Housing Psicosociale rivolto a giovani adulti, è un servizio residenziale a disposizione di chi ha bisogno di uscire dal nucleo familiare e riorganizzare la propria esistenza dandosi la possibilità per ripartire!

Il progetto mette a disposizione dell’utenza un’abitazione ad Ancona, aperta a 4 persone sia maschi che femmine, con operatori presenti settimanalmente e un tutor per il coordinamento delle attività dell’équipe. Il target individuato per questo servizio sono giovani adulti che, pur non rientrando in una sintomatologia specifica, abbiano bisogno di riprendere in mano la loro vita e orientarsi verso scelte relazionali, di studio e lavorative e di un posto in cui essere liberi di ripensarsi, mettere mano alle proprie potenzialità e riorganizzare la propria esistenza.

Il servizio, che ha ottenuto il partenariato del Comune di Ancona, viene avviato grazie al contributo della Fondazione Cariverona e con la partecipazione di partner locali quali l’Associazione Yukers e l’azienda Bontà delle Marche. Con l’Associazione Yukers verrà realizzato il “Laboratorio RelAzioni” finalizzato allo sviluppo del proprio capitale sociale relazionale e con l’azienda Bontà delle Marche ci saranno incontri di formazione sulla progettualità lavorativa e la possibilità di stage formativi. Collaboreremo inoltre con tutte le realtà del territorio disponibili al fine di costruire una rete sociale interna ed esterna all’abitazione, favorire la de medicalizzazione dei soggetti provenienti da percorsi sanitari e costruire l'indipendenza dal nucleo familiare.

Come sottolinea Federico Paino, Vicepresidente dell’Associazione, "Il problema è uscire dalla logica dell’inclusione. Non si tratta di mutare la diversità in normalità, ma di far sì che queste parole non esistano più. Abbiamo altro di cui parlare". Un altro servizio che verrà realizzato con il contributo, e in collaborazione del Comune di Ancona è lo Spazio Diurno “Da Vicino Nessuno è Normale”, pensato come un’alternativa alle consuete modalità di far fronte al disagio, alla solitudine e all’emarginazione, un luogo in cui stare, condividere e confrontarsi fuori da schemi e attività precostituiti.

"La specificità dei nostri interventi- sottolinea la Dottoressa Giuliana Capannelli, presidente dell’Associazione HETA e di FIDA nazionale - è quella di non partire da tecniche, modelli o standard. Nessuna terapia precostituita, ma la possibilità di creare un posto, uno per uno, senza cui il soggetto non può dirsi e non può darsi". Presso la sede di Ancona, oltre al servizio residenziale e il diurno sono presenti anche attività di laboratorio di parola e un servizio domiciliare, oltre a gruppi terapeutici e percorsi clinici individuali e per i genitori.

L’Associazione di Promozione Sociale Heta, presente ad Ancona dal 2011, rivolge la sua attività a persone che manifestano disagi e sintomi contemporanei e focalizza i suoi interventi nel rispetto dei tempi e delle necessità di ogni soggetto. Heta interviene anche nei campi della prevenzione, ricerca e formazione ed è sede di tirocinio per psicologi delle Università di Urbino e Chieti e per studenti di Scienza dell’Alimentazione dell’Università di Ancona.

Ha rapporti e convenzioni con UNIURB, UNIVPM e UNICAM e con Istituti Comprensivi, Enti e Associazioni del territorio. Venerdì 21 febbraio presso la Sede centrale dell’Associazione Heta si è tenuta la presentazione del progetto “Casheta” alla quale sono intervenuti Presidente e Vicepresidente del Centro Heta, la Dottoressa Alessandra Baldini, responsabile dell’Ufficio Innovazione Sociale Area Promozione Salute, Città Sane del Comune di Ancona, Giorgio Maresca, Presidente Associazione Yukers e Gabriele Capannelli Titolare Bontà delle marche.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-02-2020 alle 18:17 sul giornale del 22 febbraio 2020 - 441 letture

In questo articolo si parla di attualità, ancona, disagio psichico, disturbi alimentari, Centro Heta, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bgAs





logoEV