contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > POLITICA
comunicato stampa

Catrame sulle radici, flash mob di Altra Idea di Città

2' di lettura
246

Flash mob dei rappresentanti di Altra Idea di Città in via Pergolesi contro la decisione dell'amministrazione comunale di gettare catrame sulle radici esposte degli alberi e sulla gestione del verde pubblico da parte del Comune

Piantare alberi e avere cura del verde urbano è un dovere di ogni amministrazione, un elemento di civiltà e di sensibilità. Tutti siamo coscienti dell’importanza di preservare gli alberi nei centri urbani ad alta densità di traffico e di cemento. Le piante e gli alberi producono ossigeno e sottraggono anidride carbonica, puliscono l’aria dalle polveri sottili, puliscono l’acqua, proteggono il suolo, mitigano il clima e il riscaldamento delle città, aumentano la biodiversità, proteggono dai rumori e, non da ultimo, contribuiscono al benessere psicofisico delle persone.

Gli alberi, così come le piante, vanno curate, concimate, potate e solo dopo aver fatto l’impossibile si deve arrivare ad una “extrema ratio” di tagli. Abbiamo assistito a numerosi tagli di palme, di pini marittimi e di altre tipologie in varie parti della città. Oppure vediamo dappertutto la deleteria pratica della “capitozzatura”. Ci rendiamo conto che la cura delle piante e degli alberi, specialmente quelli che raggiungono velocemente grandi dimensioni, ha ovviamente dei costi notevoli, ma non è concepibile preferire l’abbattimento o la capitozzatura alle cure e alle manutenzioni corrette. Contradditorio è anche manifestare con un atto di giunta (N° 376 del 20/10/2020) il senso di responsabilità e rispetto nei confronti della sostenibilità e dell’ambiente, adottando strategie e azioni di forestazione finalizzate all’incremento di spazi verdi, e nello stesso tempo incatramare radici di alberi negando loro il nutrimento, come è successo in via Pergolesi. D’altronde il Comune di Ancona, a differenza di altri comuni marchigiani, è privo di un regolamento del verde, malgrado quanto disposto dall’art. 20, comma 6 della Legge Regionale 23/02/2005 n° 6, che regoli la tutela, la progettazione, la realizzazione e la gestione del verde urbano.

Chiediamo quindi un piano di cura del verde urbano esistente e nuove piantumazioni che sostituiscano e incrementino il numero di alberi nelle diverse zone della città, coinvolgendo i CTP e la cittadinanza. Chiediamo una svolta ecologica nelle politiche cittadine, finalizzata ad incrementare il verde urbano, ad abbattere l’inquinamento e migliorare la qualità dell’aria. E quindi, nel confermare la nostra contrarietà a nuovi parcheggi in centro e al progetto banchina grandi navi, chiediamo maggiori investimenti nel trasporto pubblico, la realizzazione e l’allargamento delle Zone a Traffico Limitato, l’elettrificazione delle banchine per abbattere le fonti di inquinamento dell’aria provenienti dal Porto.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-01-2021 alle 18:05 sul giornale del 05 gennaio 2021 - 246 letture