Inaugurata ad Ancona la nuova sede dell'Associazione Fibromialgia Italia

3' di lettura Ancona 07/02/2021 - Nei giorni scorsi, l'Afi (Associazione fibromialgia Italia) ha aperto ufficialmente la sua nuova sede operativa, in via Monte Sibillini ad Ancona, con un piccolo momento inaugurale. D'ora in avanti l'associazione potrà svolgere qui diverse attività, per essere un punto di riferimento e di accoglienza per le persone colpite da fibromialgia

L'emergenza sanitaria e il lungo periodo difficile che stiamo vivendo non hanno fiaccato l'impegno solidale dell'Afi Odv (Associazione fibromialgia Italia) e il suo progetto di poter avere, prima o poi, una sede operativa, dove svolgere al meglio il suo servizio di volontariato, accoglienza e tutela per chi è affetto da fibromialgia. Un obiettivo importante che adesso è diventato realtà: nei giorni scorsi infatti, è stata aperta ufficialmente la nuova sede, che si trova in via Monte Sibillini 1, in zona Posatora ad Ancona, con un piccolo momento inaugurale alla presenza della presidente dell'associazione Antonella Moretto e alcuni volontari.

"L'ultimo anno è stato duro e complicato, anche per la nostra associazione - spiega la presidente Afi Odv, Antonella Moretto - oggi, con l'apertura della sede operativa, vogliamo dare un segnale positivo, testimoniare che le progettualità devono andare avanti, perché il malato è una persona fragile, che ha bisogno di sostegno, ancora di più in questa fase. Noi siamo sempre rimasti in contatto on line e abbiamo continuato qualche attività in modalità a distanza, ma sapere che d'ora in avanti possiamo contare anche su questo spazio, per noi è molto importante".

Al taglio del nastro sono intervenuti anche il presidente del Consiglio regionale Dino Latini, e il presidente del Rotary Club Ancona Francesco Fantazzini. La nuova sede dell'Afi Odv, su una superficie complessiva di 70mq con 4 stanze, è un ambiente confortevole e protetto, in cui, su appuntamento e nel rispetto dei protocolli sanitari, si potranno svolgere diverse attività in favore delle persone fibromialgiche (accoglienza e informazione, counseling e sostegno psicologico, meditazione, formazione) ed incontrare i professionisti ed esperti, che collaborano con l'associazione. É inoltre vicina al parco Belvedere, offrendo dunque anche la possibilità di attività all'aperto come yoga o percorsi di rigenerazione psico-fisica. Le spese per la sede - dall'affitto alla gestione - sono sostenute dall'associazione, grazie al 5 per mille, le raccolte fondi, le donazioni e le quote associative (per maggiori info e contatti www.afiodv.org).

L'Afi Odv, che ha preso il testimone della Fi.Mar. onlus a fine gennaio 2020, è un'organizzazione di volontariato impegnata a far conoscere e riconoscere la fibromialgia e le due patologie correlate (l'Encefalite Mialgica Benigna/Stanchezza Cronica (ME/CFS) e la Sensibilità Chimica Multipla (MCS) anche a livello nazionale, forte dell'esperienza che nella Regione Marche, anche grazie all'impegno dell'associazione, ha portato all'approvazione nel dicembre 2017, della legge regionale 38/17 "Disposizioni in favore dei soggetti affetti da fibromialgia e da sensibilità chimica multipla". In collaborazione con i medici del servizio sanitario e professionisti in libera professione, l'associazione, che oggi conta oltre 50 soci, si occupa di informazione, promozione e tutela dei diritti dei malati di fibromialgia, di assistenza socio-sanitaria, di sostegno per la prevenzione e la cura del disagio derivante dalla malattia, di aiuto al malato, di formazione, di ricerca.

Foto di Simone Cartaro.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-02-2021 alle 12:15 sul giornale del 08 febbraio 2021 - 377 letture

In questo articolo si parla di attualità, centro servizi per il volotariato, volontariato, marche, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bMT5





logoEV
logoEV