Digitalizzazione nel porto di Ancona: con l'intelligenza artificiale la dogana diventa smart

2' di lettura Ancona 21/04/2021 - Presentato il progetto Smart-C: l'intelligenza artificiale che segue e migliora i flussi doganali dello scalo Marotti. Migliorata sicurezza, velocità e impatto ambientale delle operazioni del traffico dei tir nel porto dorico

Quello di Ancona è considerato una dei principali “caselli” di quella autostrada del mare che è il mar Adriatico. Proprio come avviene in autostrada una casello troppo affollato può rappresentare l'imbuto in cui si vengono a creare gli ingorghi. Proprio per questo sono della massima importanza tutte le misure che aiutano a migliorare il flusso di merci e mezzi nel porto, senza abbassare però la qualità dei fondamentali controlli di sicurezza della dogana. Anche nelle dinamiche portuali l'intelligenza artificiale ha potuto dare soluzioni innovative realizzate nel progetto Smart-C, realizzato grazie alla collaborazione tra l'Agenzia delle Accise Dogane e Monopoli, la Guardia di Finanza e l'Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Centrale.

I mezzi che passano per la Dogana di Ancona devono fare meno pratiche e subire meno registrazioni, spostandosi quindi meno all'interno del porto, di quanto avvenga nelle altre dogane del Mondo. Questo grazie al software di intelligenza artificiale che, leggendo in automatico e memorizzando le targhe dei mezzi, ne segue passo passo gli spostamenti del mezzo e comunicando agli operatori umani. Grazie all'intelligenza artificiale vengono così evitati controlli ripetuti, i mezzi vengono monitorati in ogni fase del percorso. Migliorano così le prestazione in termine di velocità ed efficienza delle procedure di controllo, con benefici anche all'ambiente. Sono infatti 60 mila i kilometri in meno che in un anno. Uno degli obiettivi che hanno portato alla scelta dell'utilizzo della intelligenza artificiale la necessità di utilizzare lo scalo Marotti. L'area si trova all'esterno del perimetro portuale e i mezzi uscivano momentaneamente dal porto senza aver ultimato i controlli doganali. Grazie all'intelligenza artificiale per i mezzi sono costantemente monitorati grazie al sistema di telecamere, rendendo impossibile sottrarsi ai controlli o sofisticare il carico.

“Intelligenza artificiale e digitalizzazione sono oggi concetti ricercati da tutti. Noi ci siamo arrivati due anni fa” scherza il Presidente dell'autorità Portuale Rodolfo Giampieri “Era importante accelerare ancora di più i controlli, ma anche che qui non passasse nulla nella rete delle verifiche. I controlli della dogana rappresentano la qualità di questo porto che guarda al futuro e all'internazionalizzazione e all'Europa. Ancora una volta le amministrazioni pubbliche dimostrano che quando lavorano insieme non sono seconde a nessuno”.


di  Filippo Alfieri
redazione@vivereancona.it







Questo è un articolo pubblicato il 21-04-2021 alle 19:35 sul giornale del 22 aprile 2021 - 168 letture

In questo articolo si parla di attualità, ancona, articolo, Filippo Alfieri

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bYOq