SS Adriatica: Al via il raddoppio del tratto Falconara-Torrette. Intervento da 250 milioni

2' di lettura Ancona 26/07/2021 - Il Presidente Acquaroli: “Il cantiere più importante delle Marche insieme al Quadrilatero” L'assessore Baldelli: “ora commissario per chiudere l'ultimo miglio e collegare porto, aeroporto e interporto”

Dopo decenni di progettazioni, trattative e tentativi non andati a buon fine, sembra finalmente destinata alla realizzazione il raddoppio della variante di collegamento tra Falconara e Torrette della Strada Statale 16, giunto in fase di consegna parziale dei lavori, destinati ad iniziare non prima di qualche mese, periodo necessaria ad ultimare le attività preparatorie all'apertura dei cantieri.

GLI INTERVENTI

La data prevista per l'ultimazione dei lavori è quella del novembre 2024. 3 anni che richiederanno interventi anche complessi necessari a trasformare l'attuale tratto di strada composto da una corsia per ogni senso di marcia ad una strada a due corsie per ogni senso di marcia, separate centralmente da uno spartitraffico.

L'operazione richiederà la costruzione di nuove opere. Saranno necessarie 2 nuove gallerie per uno sviluppo complessivo di 772 metri e l'adeguamento delle gallerie esistenti. Saranno anche costruiti 3 nuovi viadotti e demoliti e ricostruiti 3 dei viadotti esistenti. Non solo verranno aggiunte 2 nuove corsie, ma le esistenti verranno completamente rinnovate.

Complessivamente i lavori interesseranno 7,2 km, distribuiti tra i comuni di Ancona e Falconara. Gli interventi andranno ad interessare non solo la SS16, ma anche il tratto terminale della SS76 (della val d'Esino) e gli svincoli di collegamento con la SS76 e la SP4 in zona torrette. Il totale dei lavori eseguiti ammonterà a 249 milioni di euro inseriti nel programma 16/20 stipulato tra il Ministero delle Infrastrutture ed ANAS.

DIRETTORE ANAS MUCILLI “DISAGI INEVITABILI MA SAPREMO GESTIRLI”

Per veder migliorare la condizione della viabilità dorica sarà però indispensabile panzienza e sopportazione per i disagi alla circolazione definiti dal direttore Progettazione e Realizzazione Lavori dell’Anas Eutimio Mucilli inevitabili: “I lavori comporteranno necessariamente dei disagi che verranno gestiti con un piano di comunicazione per informare l'utenza con largo anticipo. Bisognerà certamente sopportare qualche disagio, ma l'importante sarà avvisare la popolazione e fornire percorsi alternativi e informazioni”.

ACQUAROLI “UN'OPERA STORICA”

“Un'opera storica che migliorerà sensibilmente il flusso e il deflusso del traffico da nord di Ancona” commenta il Presidente della Regione Marche Francesco Acquaroli “Un'opera che avrà un impatto significativo anche sul porto di Ancona. Sarà il cantiere più importante delle Marche assieme a quello del Quadrilatero”.

BALDELLI “CHIESTO UN COMMISSARIO PER L'ULTIMO MIGLIO”

A dichiarare la propria soddisfazione anche l'assessore ai trasporti della Regione Marche Francesco Baldelli: “Ancona e il suo porto suono una priorità. Oggi abbiamo chiesto un Commissario per l'ultimo miglio. Le Opere di interconnessione del territorio devono andare di pari passo. La nostra giunta vede porto, aeroporto e interporto come. una sola infrastruttura tripartita”.


di  Filippo Alfieri
redazione@vivereancona.it







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-07-2021 alle 18:01 sul giornale del 27 luglio 2021 - 512 letture

In questo articolo si parla di attualità, ancona, Filippo Alfieri, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ccbb





logoEV