contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > CRONACA
comunicato stampa

Alla Mole Zerocalcare e David Leavitt e tanti altri eventi nell'ambito della mostra "Terra Viva!"

7' di lettura
284

Dal 4 marzo 2022, Ancona si anima con le iniziative di TERRA VIVA! Fino ad aprile, l’iniziativa proporrà una rassegna cinematografica, presentazioni di libri e incontri con grandi personalità quali Zerocalcare e David Leavitt e molto altro ancora

“Qualsiasi grande mostra ed evento - afferma Paolo Marasca, Assessore alla Cultura del Comune di Ancona - deve essere in grado di stimolare e far crescere un intero territorio. Altrimenti non è cultura. Così, la mostra Terra Sacra è anche l'opportunità di incontrarsi e incontrare registi, musicisti, scrittori, artisti. E diventa motore (sostenibile) di cultura: muove alcuni operatori del territorio che propongo performance, organizzano presentazioni, curano workshop, e attira grandi nomi nazionali e internazionali. Tutto è sempre in movimento, è generativo”.

Ad aprire TERRA VIVA! è la rassegna Terra Sacra: il cinema dopo il sisma, a cura dei giornalisti Maria Laura Ramello e Giorgio Viaro e in collaborazione con il festival Corto Dorico, da venerdì 4 a domenica 6 marzo, all’Auditorium della Mole.

“È il ‘cinema dopo il sisma’ - affermano i curatori -, inteso in senso letterale ma anche metaforico, come sconvolgimento dello stato delle cose, uno sconvolgimento che può essere dovuto a un terremoto, a una pandemia o a una non meglio definita apocalisse. Di sicuro, nei film che abbiamo scelto, qualcosa di terribile si è consumato e ha consumato il mondo che conoscevamo: e ora tocca farci i conti, proprio come è capitato a tutti noi negli ultimi due anni. Il modo in cui i protagonisti affrontano i postumi di queste apocalissi determina la natura delle storie che vi proponiamo”.

Tutte le proiezioni sono a ingresso libero su prenotazione. Verranno anticipate dalla proiezione di cortometraggi selezionati per l'occasione dalla direzione artistica di Corto Dorico, e saranno introdotte dai registi dei lungometraggi.

Il cartellone prevede venerdì 4 marzo, alle 21.00, Sogni al Campo (10’) di Mara Cerri e Magda Guidi, seguito da Il Buco (93’) di Michelangelo Frammartino, alla presenza del regista; la serata di sabato 5 marzo, alle 18.00, si aprirà con Stone Heart (9’) di Humberto Rodrigues e con Yaya e Lennie - The Walking Liberty (98’) di Alessandro Rak, introdotto dal regista e della produttrice Maria Carolina Terzi; alle 21.00, Pippo Mezzapesa presenterà due suoi film: SettanTA (10’) e Il Bene Mio (95’). La rassegna si chiuderà domenica 6 marzo alle 21.00, con La Bête (17’) di Filippo Meneghetti e La Terra dei Figli (120’) con la partecipazione del regista Claudio Cupellini.

Venerdì 11 marzo, alle ore 18.00, al Magazzino Tabacchi si tiene la presentazione di Da sola (Diabolo Edizioni), la nuova graphic novel dell’artista anconetana Valeria Bertolini detta Percy che narra le vicende di un personaggio indefinibile, per metà coperto da una peluria rosa, che viene catturato dalle autorità della città proprio in quanto diverso e trascinato in un ospedale psichiatrico perché potenzialmente pericoloso; la sua successiva fuga dall’istituto lo condurrà però in una misteriosa dimensione, da cui tornerà pronto a contrastare la violenza normalizzatrice del mondo in cui vive.

A cura di Simona Rossi; in collaborazione con la libreria Fògola Fàgola.

Il weekend da venerdì 18 a domenica 20 marzo, Zerocalcare, uno dei più importanti esponenti della graphic novel italiana sarà protagonista di un workshop per giovani fumettisti e di due incontri col pubblico, a cura dei giornalisti Maria Laura Ramello e Giorgio Viaro, in collaborazione con l’impresa sociale Polo9 e il Progetto YO-Your Opportunity, con il contributo di Fondazione Cariverona.

Zerocalcare terrà, da venerdì 18 e domenica 20 marzo, un workshop formativo dal titolo Il fumetto autobiografico, a cura di Polo9 e Progetto YO, con il contributo di Fondazione Cariverona.

Il seminario è gratuito e aperto a 15 fumettisti professionisti e amatoriali di età compresa tra i 16 e i 30 anni.

Per partecipare è necessario inviare la propria candidatura, compilando il form su www.youropportunity.info/workshop-zerocalcare, allegando una tavola di fumetto autobiografico, entro le ore 13.00 di martedì 8 marzo. A selezionare i partecipanti sarà lo stesso Zerocalcare, che valuterà i lavori sulla base di tecnica e originalità.

Due momenti pubblici completeranno il programma di Macerie e altre storie. Il primo è in programma all’Auditorium La Mole venerdì 18 marzo alle ore 21.00.

Nel corso della serata sarà proiettata la recente serie animata Strappare lungo i bordi, realizzata per la piattaforma di streaming Netflix, nella quale un fumettista romano – alter ego dello stesso Zerocalcare -, la cui coscienza prende le forme di un armadillo, riflette sulla sua vita e un amore mancato.

Al termine, l’autore dialogherà con il pubblico in sala; modera l’incontro il giornalista e critico cinematografico Giorgio Viaro.

Il secondo, alle ore 10.30 di domenica 20 marzo, si svolgerà all’interno del percorso espositivo di Terra Sacra. In questa occasione, Zerocalcare dialogherà con Flavio Arensi, curatore della mostra, e firmerà le copie dei suoi volumi. Il firmacopie è a cura della libreria Fògola Fàgola.

Martedì 22 marzo, alle ore 18.30, la sala Boxe della Mole accoglierà David Leavitt (Pittsburgh, PA, 1961) uno dei più importanti autori statunitensi del secondo Novecento.

Caposcuola del minimalismo americano, Leavitt affronterà il tema delle comunità familiari a partire dall'uscita con una nuova traduzione di un romanzo che ha segnato intere generazioni, La lingua perduta delle gru. Il romanzo, che narra la reazione di genitori intellettuali all'omosessualità del figlio, è il primo in uscita per la casa editrice SEM – Società Editrice Milanese, che ha programmato la riedizione dell'opera di Leavitt. Lo scrittore dialogherà con il professor Francesco Rocchetti dell'Università di Macerata.

L’incontro è a cura di SEM, con il festival letterario Berta filava e la libreria Feltrinelli di Ancona.

Sabato 2 aprile, alle ore 18.00, al Magazzino Tabacchi, Hacca Edizioni presenterà il libro Nome non ha di Loredana Lipperini, collaboratrice del quotidiano La Repubblica e voce storica di Rai Radio Tre, illustrato da Elisa Seitzinger, che narra l’avventura di tre giovani donne che partono per un viaggio per lasciare la città e capire chi sono e per dimenticare amori, delusioni e problemi familiari. Quando la vecchia auto le tradisce, si ritrovano in un piccolo borgo al confine tra Umbria e Marche. Qui, attraverso i racconti ascoltati a casa di Viola, che le ospiterà, si approfondirà il territorio dei Monti Sibillini, sia nella sua dimensione mitica che nella realtà attuale.

Domenica 3 aprile, alle ore 21.00, La Luna Dance propone la performance artistica Mother Mother, frutto del lavoro sulla mostra Terra Sacra della compagnia di Ancona e del dialogo con il curatore Flavio Arensi. Il pubblico sarà libero di visitare la mostra ricevendo suggestioni dai danzatori.

Venerdì 22 aprile, alle ore 18.00, il Magazzino Tabacchi accoglie la presentazione del volume Storia di una grande estizione (Aguaplano editore) di TINA, autore-collettivo, coordinato da Matteo Meschiari e Antonio Vena. Si tratta di un progetto che ha coinvolto più di 100 fra artisti e scrittori, per una raccolta di micro-romanzi e illustrazioni ispirati a scenari apocalittici e trasformazioni epocali.

A cura di Simona Rossi; in collaborazione con la libreria Fògola Fàgola.

Venerdì 29 aprile, alle ore 18.00, la poetessa Francesca Matteoni (Pistoia, 1975) parlerà della sua ultima raccolta di poesie, dal titolo Ciò che il mondo separa (Marcos y Marcos).

A cura di Simona Rossi; in collaborazione con la libreria Fògola Fàgola.

Sabato 30 aprile, in occasione della Giornata mondiale del jazz, Ancona Jazz propone un omaggio a Jack Kerouac in occasione del centenario della nascita dello scrittore americano.

I primi giorni di maggio ospiteranno una serie di eventi clou, in corrispondenza con il finissage della mostra Terra Sacra, tra cui un'esibizione della Banda di Accumoli.

La mostra Terra Sacra, curata da Flavio Arensi, allestita fino all’8 maggio alla Mole Vanvitelliana ad Ancora, fa dialogare l’arte contemporanea con le opere antiche del territorio, restaurate dopo il sisma di cinque anni fa che ha colpito le Marche e il Centro Italia.

Sono esposti 120 lavori, alcuni site specific, di 35 autori: da Gina Pane a Quayola, da Titina Maselli a Leonardo Cremonini, da Gregorio Botta a Flavio Favelli, da Salvo a Zerocalcare, e molti altri ancora.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-02-2022 alle 15:29 sul giornale del 25 febbraio 2022 - 284 letture