Grande partecipazione per i B2b della Nautica organizzati da CNA Nautica Ancona

2' di lettura Ancona 20/05/2022 - Imprese, professionisti e vari stackholder del mondo della nautica che ieri hanno raggiunto la Mole di Ancona per la IV° edizione dei B2B della Nautica organizzati da CNA Nautica Ancona. Mario Mainero, Presidente CNA Nautica Ancona e Nazionale: "Servono politiche che favoriscano le imprese e interventi per incrementare strutture e servizi dedicati"

Como, Ravenna, Bologna, Forlì, Cesena, La Spezia, Bergamo e Rimini. Sono queste le principali città di provenienza delle imprese, dei professionisti e dei vari stackholder del mondo della nautica che ieri hanno raggiunto la Mole di Ancona per la IV° edizione dei B2B della Nautica organizzati da CNA Nautica Ancona.

Un'edizione che conferma CNA Nautica Ancona come primo aggregatore di imprese del settore nautico sul territorio e la città come punto di riferimento nazionale della cantieristica navale, come confermato dagli illustri ospiti che hanno aperto l’evento.

Infatti, Paolo Marasca Assessore del Comune di Ancona, Vincenzo Garofalo Presidente della Autorità Portuale alla prima presenza ad un evento CNA e Gino Sabatini Presidente CCIAA Marche sono stati concordi nell’indicare l’evento come frutto di quella sinergia auspicata per uno sviluppo efficace del territorio, che Sabatini ha rilanciato, annunciando che nel 2023 esso diventerà ancora più grande e strutturato grazie al sostegno della CCIAA delle Marche.

Negli anni centinaia di fornitori marchigiani hanno partecipato alle iniziative di CNA per la nautica, incontrando i principali cantieri navali di Ancona e Pesaro e sfruttando quindi l'opportunità di aprirsi a nuovi mercati.

“Siamo molto soddisfatti della riuscita dell’evento” – spiega Mario Mainero, Presidente CNA Nautica Ancona e Nazionale che rilancia – “ma per CNA Nautica servono politiche che favoriscano le imprese e interventi per incrementare strutture e servizi dedicati, superare il sotto-utilizzo delle aree demaniali, azzerare i conflitti di competenza tra diversi soggetti istituzionali e rendere più omogenee normative e tariffe sul territorio nazionale”. “Per integrare queste politiche – prosegue Mainero – servono interventi orientati a incrementare la competitività delle PMI, ossatura del comparto nautico, sulla formazione, il credito, gli aiuti agli investimenti e il sostegno a processi aggregativi delle imprese”.

“CNA Nautica con queste iniziative intende valorizzare le attività produttive funzionali al completamento delle imbarcazioni da diporto. Se i grandi cantieri ricoprono un ruolo fondamentale di traino per il settore, le PMI continuano a fornire contributi rilevanti alla filiera in know how e specializzazioni. La sfida a cui siamo chiamati come filiera è creare quel circuito virtuoso indispensabile per rendere il settore sempre più competitivo e innovativo. Come associazione riteniamo indispensabile continuare ad investire su questo fronte per far crescere sempre di più le nostre imprese”.









Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-05-2022 alle 13:53 sul giornale del 21 maggio 2022 - 142 letture

In questo articolo si parla di lavoro, artigianato, cna, cna ancona, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/c8mK