contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > CRONACA
articolo

Una targa per Alda Renzi, la sarta che salvò centinaia di giovani soldati dalla furia nazifascista

1' di lettura
224

Alla Facoltà di Economia Università Politecnica delle Marche è stata scoperta una targa in ricordo di Alda Renzi Lausdei, alla cui memoria era stata assegnata anche una civica benemerenza

In occasione della commemorazione dei Defunti e dei Caduti, hanno preso avvio le cerimonie organizzate dal Comune di Ancona. Ieri Martedì 1° novembre il primo appuntamento si è tenuto in piazza Ugo Bassi con la deposizione di corone a cura del Comune di Ancona e dell’ANPI al monumento ai Partigiani eretto nei giardini e presso la lapide di piazza Ugo Bassi. Ha fatto seguito la Cerimonia in via Birarelli presso l’ex rifugio delle carceri di Santa Palazia.

A seguire, alla Facoltà di Economia Università Politecnica delle Marche è stata scoperta una targa in ricordo di Alda Renzi Lausdei, alla cui memoria era stata assegnata anche una civica benemerenza. Alda Renzi Lausdei, eroina della Resistenza dorica, di professione sarta, si occupava delle aggiustature delle divise degli ufficiali di stanza alla Caserma Villarey e dopo l’armistizio, con astuti stratagemmi che misero più volte a rischio la sua vita, salvò centinaia di giovani soldati che non accettarono di passare nelle fila dell’esercito nazifascista.

Nel pomeriggio alla frazione Poggio la Commemorazione dei Caduti delle due guerre, con la Santa Messa al Cimitero e deposizione corona presso il Monumento ai caduti, in collaborazione con la Parrocchia e la comunità del Poggio. Si ringrazia l’ANPI ANCONA (Associazione Nazionale Partigiani d’Italia) per la collaborazione alle cerimonie.





Questo è un articolo pubblicato il 02-11-2022 alle 12:47 sul giornale del 03 novembre 2022 - 224 letture






qrcode