contatore accessi free

Il Comune di Ancona va in rete. Approvato il piano di transizione digitale da 1,5 milioni di euro

internet 3' di lettura Ancona 30/03/2023 - Attraverso questi finanziamenti il Comune potrà utilizzare server certificati per la sicurezza e rispondenti alle normative vigenti, servendosi di data center certificati e fornitori abilitati. Inoltre sarà completato l'adeguamento del portale dell'Ente e si amplierà la gamma di servizi on line fruibili da cittadini, imprese e professionisti, saranno implementate le procedure per l'utilizzo del portale Pago PA e l'App IO

Vale 1,5 milioni di euro il Piano per la transizione digitale approvato nei giorni scorsi dalla giunta comunale, finanziato in larga parte con i fondi PNRR ottenuti dall'Amministrazione grazie alla candidatura a una serie di bandi finalizzati a potenziare i servizi on line per i cittadini, a diffondere le competenze e l'identità digitale, a creare infrastrutture e strumenti applicativi per favorire la velocizzazione e la fruizione dei servizi. Oltre a questo il piano prevede lo sviluppo dei sistemi di videosorveglianza per la sicurezza e anche alcune azioni per l'adeguamento dell'hardware.

Il piano si struttura dunque in tre direzioni. In primo luogo mette in campo una serie di azioni, per oltre un milione di euro da PNRR, che consentiranno di disporre di un portale dei pagamenti alla Pubblica amministrazione attivo H24(64 mila euro destinati all'adozione della piattaforma Pago PA), di completare la predisposizione di un portale per tutti i servizi erogati dall'Ente (328 mila euro per il miglioramento del sito web dell'ente e dei servizi on line), di fornire servizi accessibili attraverso un'unica password, senza che il cittadino debba memorizzare numerose credenziali (14 mila euro destinate alle procedure di adozione di SPID e CIE come unici sistemi per accedere ai servizi on line), di consentire al cittadino che si rivolge alla Pa di non fornire dati personali se questi sono già presenti in qualsiasi banca dati pubblica (163 mila euro per il Portale digitale nazionale dei dati), di adottare l'APP IO per attivare avvisi relativi a servizi o scadenze o consentire la fruizione di servizi on line in una comunicazione bidirezionale tra cittadino ed enti pubblici (13 mila euro), di usufruire di un servizio di notifica degli atti attraverso un apposito portale (60 mila euro per il portale delle notifiche), di ottenere un sistema di applicativi senza perdita di dati (419 mila euro per la migrazione sul cloud).

Attraverso questi finanziamenti il Comune potrà utilizzare server certificati per la sicurezza e rispondenti alle normative vigenti, servendosi di data center certificati e fornitori abilitati. Inoltre sarà completato l'adeguamento del portale dell'Ente e si amplierà la gamma di servizi on line fruibili da cittadini, imprese e professionisti, saranno implementate le procedure per l'utilizzo del portale Pago PA e l'App IO.

Oltre ai progetti finanziati con i fondi PNRR, il piano contiene un capitolo dedicato alla sicurezza, con il progetto Varchi e il potenziamento della videosorveglianza, potenziato in larga parte con fondi propri del Comune e in parte con contributi statali, per un totale di oltre 325 mila euro. Sul territorio comunale sono già presenti numerosi impianti di videosorveglianza, in funzione 24 ore su 24, posizionati sia in centro, sia nelle frazioni, secondo uno schema tecnico di sicurezza basato sui dati pervenuti dalle forze dell'ordine. Le telecamere attive sono oltre 300, anche a servizio del controllo della viabilità urbana. E' inoltre in fase di realizzazione il progetto Varchi OCR, che prevede l'installazione di altre 38 telecamere, in grado di rilevare le targhe dei veicoli in transito su tutte le via di accesso sul territorio.

A questi due filoni (PNRR e videosorveglianza) si aggiunge un ulteriore capitolo riguardante l'acquisto di strumentazioni hardware con uno stanziamento di 58 mila euro.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-03-2023 alle 16:50 sul giornale del 31 marzo 2023 - 100 letture

In questo articolo si parla di cronaca, ancona, comune di ancona, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/d1iV





logoEV
logoEV
qrcode