contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > ECONOMIA
comunicato stampa

Autotrasporto marchigiano: Pesaro e Ancona sono in testa alla crisi

2' di lettura
1120

autotrasporto

La situazione economica delle imprese marchigiane dell’autotrasporto sarà al centro dell’assemblea regionale della categoria indetta dalla Cna-Fita per sabato 20 giugno (ore 16), all’area di sosta Parco Tir Pesaro in via del Vallo 56.

Si discuterà della situazione del trasporto su gomma nelle Marche, un settore che ha risentito pesantemente della crisi con una flessione del numero di imprese del 6,1% negli ultimi tre anni. Ora le imprese dell’autotrasporto a livello regionale sono infatti 5.212 mentre nel 2005 erano 5.550.

Un dato pesante ma meno critico rispetto ad altre realtà italiane, grazie soprattutto ad una forte presenza dei Consorzi di autotrasporto. Le due province che hanno risentito maggiormente della crisi sono quella di Pesaro con un 8,2% di imprese in meno (oggi sono 1.542 rispetto alle 1.680 del 2005) ed Ancona con un meno 5,9% (oggi sono 1.477 rispetto alle 1.569 del 2005). Si tratta di chiusure dettate dall’aumento del costo dei cosiddetti costi industriali (gasolio, pedaggi autostradali, assicurazioni, manutenzione e costo dei ricambi), ma anche dalla crisi che ha investito diversi settori dei distretti marchigiani: mobile, meccanica, tessile, nautica.

Per fare il punto sulla situazione economica delle imprese marchigiane, ma anche sul confronto con il Governo sulle forme di attuazione della riforma dell’autotrasporto e sull’accordo del giugno scorso nonché sulla spendibilità immediata delle risorse per il settore, si terrà l’assemblea di sabato alla quale parteciperà tra l’altro il presidente nazionale di Cna-Fita, Franco Coppelli. In quella sede Coppelli renderà conto dell’incontro della categoria che si terrà oggi (giovedì 18 giugno), con il ministro dei trasporti Altero Matteoli e dell’assemblea Unatras in programma per domani a Roma.


autotrasporto

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-06-2009 alle 13:01 sul giornale del 19 giugno 2009 - 1120 letture