contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > SPETTACOLI
comunicato stampa

Serenata Mediterranea con la Filarmonica Marchigiana e Giovanni Seneca

4' di lettura
1920

Venerdì 4 settembre primo giorno del ricco week end del festival Adriatico Mediterraneo che ha registrato già più di 10.000 spettatori.

Gli appuntamenti partono allo Spazio Incontri alle 18 con Storie in prima linea, incontro con Andrea Angeli (peacekeeper) e Toni Capuozzo (inviato di guerra). L’incontro nasce dalla voglia di raccontare attraverso i racconti e i ricordi di chi l’ha vissuto sulla propria pelle, il dramma della guerra. Andrea Angeli e Toni Capuozzo raccontano il loro punto di vista, se, in una guerra, di punti di vista si può parlare. Andrea Angeli, marchigiano, classe 1956, laurea in Giurisprudenza e in Scienze Politiche, Angeli ha iniziato a lavorare per le Nazioni Unite nel 1987. Nel 2003 era di nuovo in Iraq, testimone della strage di Nassiriya e vittima egli stesso degli attacchi alla sede locale della Cpa (Coalition Provisional Authority) dell’anno successivo. Toni Capuozzo, da anni presente sui più grani scenari di guerra, giornalista che racconta quello che la gente non riesce nemmeno ad immaginare.

Alle 19.30 all’Arco di Traiano, per la sezione Concerti al Tramonto, vedremo e ascolteremo Matilde Politi (musica popolare siciliana), il concerto replica alle 24 al Tempietto di San Rocco Mole Vanvitelliana. Matilde Politi ed il suo ensemble propongono brani tradizionali e nuove composizioni cantautoriali. Nell’atto di reinterpretare i canti popolari trovano la chiave per cercare la relazione tra musica, luogo e cultura che un tempo era immediata, e ritrovare frammenti di quei suoni che connotavano il paesaggio sonoro siciliano. Il repertorio è un’ alternanza tra brani tradizionali della musica siciliana e brani d’autore, per lo più di loro creazione, che nella varietà ritmica ed espressiva rispecchiano l’impasto culturale che si va creando in una terra multietnica come la Sicilia di oggi.

Alle ore 21 al cortile della Mole l’appuntamento più importante della serata è con una produzione del festival, già grande successo al festival di Smirne lo scorso luglio, Serenata Mediterranea protagonisti, la Filarmonica Marchigiana String Ensemble e il Maestro Giovanni Seneca. Il concerto, che ha un organico di 16 elementi, è in esclusiva nazionale ed è una produzione nata dalla collaborazione tra il Festival Adriatico Mediterrraneo e la Form (Orchestra Filarmonica Marchigiana) in linea con la matrice culturale del progetto adriatico mediterraneo. Il concerto vuole promuovere e valorizzare, sia in Italia, sia all’estero, l’immagine dei compositori e dei musicisti marchigiani. In particolare, il concerto propone al pubblico musiche di due autori marchigiani, il grande Gioachino Rossini e il compositore contemporaneo Giovanni Seneca, insieme a brani di repertorio molto noti.

In “Serenata mediterranea” il classicismo, il folclore e la modernità si incontrano, intrecciandosi a vicenda, in un affascinante itinerario poetico alla ricerca dell’anima popolare della musica, fra cangianti contrasti di stili, citazioni, atmosfere e suggestioni differenti. Il tutto all’interno di una dimensione di brillante leggerezza resa ancor più seducente dal particolare impasto timbrico creato dalla chitarra classica unita agli archi.

Alle 23 al Molo Lazzabaretto il concerto della band di.Ples Balkan Music (folk rock Bosnia-Erzegovina), con la cantante bosniaca Dijana Grgic, Il nome di.Ples è l´unione delle parole different e Ples, danza in serbo-croato, ad indicare la musica proposta che, partendo da temi tradizionali dei Balcani è rielabolata secondo la sensibilità dei singoli musicisti, provenienti da am­biti musicali e culturali differenti. I di.Ples propongono una musica ricca di influenze e suggestioni ancora misteriose allorecchio occidentale.

Prosegue inoltre la rassegna cinematografica al Teatrino delle Mole Yugonostalgia - Emir Kusturica’s Stories, raccolta dei più bei film di Kusturica, che si protrarrà fino alla fine del festival. Venerdì 3 settembre vedremo il capolavoro del 1998 Gatto nero, gatto bianco (127’) alle ore 16 e alle 23.

Per l’intera durata del festival sarà possibile visitare anche diverse mostre:

Beirut – Sarajevo. La speranza di vivere - spazi della Mole Vanvitelliana tutti i grioni fino al 6 dalle 17 alle 24.

e anche:

Mare Nostrum presso la Bottega d’Arte Librare dalle 17 alle 20.30,

Ancona 2009, città di confine mostra fotografica di Corrado Maggi e Luca Pieralisi, Spazi Espositivi - Mole - 18 / 24,

Balkan Blok - blog quotidiano dai Balcani, a cura di Francesco Conte - Spazio Stamura -Mole - dalle 21 alle 24

Adriatico Mediterraneo è promosso da Regione Marche, Provincia di Ancona, Comune di Ancona con il sostegno di Camera di Commercio di Ancona, Adrion-Adriatic and Ionian Lands. Il Festival è un progetto a cura di A.M Adriatico Mediterraneo in collaborazione con Teatro Stabile delle Marche, Orchestra Filarmonica delle Marche, Fondazione Teatro delle Muse. Hanno dato il patrocinio: Ministero degli Affari Esteri, il Segretariato dell’Iniziativa Adriatico-Jonica, il Forum delle Città dell’Adriatico e dello Jonio, il Forum delle Camere di Commercio dell’Adriatico e dello Jonio, Università Politecnica delle Marche, UniAdrion. Sponsor ufficiale Prometeo.

Infoline 3314978870 - A.M Adriatico Mediterraneo 071/8046325–Teatro Stabile delle Marche 071/5021611 www.adriaticomediterraneo.eu





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-09-2009 alle 19:06 sul giornale del 04 settembre 2009 - 1920 letture