contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > CULTURA
comunicato stampa

I Ricercatori della Facoltà di Agraria in agitazione contro la riforma Gelmini

2' di lettura
983

gelmini

Anche i ricercatori delle Facoltà di Agraria dell’Università Politecnica delle Marche aderiscono allo stato di agitazione nazionale dei ricercatori italiani, riservandosi la facoltà di astenersi dagli insegnamenti dal prossimo anno, attività non obbligatoria per i ricercatori.

Tale scelta, effettuata dai ricercatori all’unanimità, è l’unica arma a disposizione della categoria per esprimere in maniera visibile il disagio dei ricercatori universitari di fronte al disegno di legge di riordino dell’Università presentato dal governo e in discussione in Parlamento. Molti i punti contestati che vanno dalla trasformazione della categoria in precari di serie B della ricerca, al sistema di avanzamento di carriera che garantisce solamente l’incertezza nel futuro, per non dire la certezza di nessun futuro, visti i continui tagli alle Università pubbliche.


I molti emendamenti presentati dalla varie forze politiche in gran parte peggiorano il quadro della cosiddetta riforma. La figura del ricercatore esce dal disegno di legge presentato dal governo fortemente penalizzato e sminuito nonostante in tutta Italia il ruolo sia fondamentale in tutte le Università per il regolare svolgimento dei corsi di Laurea e per la vita delle Facoltà. Ne è un esempio anche la Facoltà di Agraria dell’Università Politecnica delle Marche in cui i ricercatori rappresentano oltre il 40% del corpo docente, hanno per affidamento moltissimi insegnamenti nei diversi corsi di Laurea e collaborano attivamente alla crescita di una delle migliori Facoltà di Agraria d’Italia, stabilmente nelle prime posizioni nella classifica CENSIS ormai da anni.


Tale ruolo è stato apprezzato, con molta sensibilità, anche dagli stessi professori nel Consiglio di Facoltà del 7 Aprile scorso, sostenendo all’unanimità un documento presentato dai ricercatori nel quale, annunciando la riserva all’insegnamento per il prossimo anno accademico, chiedono una sostanziale modifica del disegno di legge e un riconoscimento del loro ruolo e delle attività da questi svolte.


I Ricercatori della Facoltà di Agraria dell’Università Politecnica delle Marche.



gelmini

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-04-2010 alle 15:28 sul giornale del 14 aprile 2010 - 983 letture