contatore accessi free

Univpm: na nuova tecnologia per autonomia e serenità in casa propria

univpolmarche 2' di lettura Ancona 01/10/2010 -

Dalla collaborazione tra Università e Imprese nasce un nuovo prodotto, finalmente efficace per aumentare il livello di autonomia e serenità in casa di persone che, per età o disabilità, sono affette da una ridotta mobilità.



Esso è il risultato dell’attività di ricerca e sviluppo di ArieLab, società spin-off dell’Università Politecnica delle Marche, di Automa Srl, azienda produttrice di sistemi domotici e del Laboratorio di Telecomunicazioni dell’Università Politecnica delle Marche, che è stato finanziato dalla Regione Marche nell’ambito delle azioni rivolte a promuovere l’innovazione e il trasferimento tecnologico nelle Pmi. Il sistema verrà presentato all’Expo Terza Età 2010 alla Fiera di Ancona. La ricerca ha permesso lo sviluppo di tecnologie innovative ma nel contempo estremamente semplificate per l’utente, che può gestire l'ambiente domestico standosene seduto in poltrona, con il telecomando del TV, oppure dal comodino, con un monitor touch screen, ma anche con un panel pc anch'esso touchscreen dalla sedia a rotelle o con un telefonino.

Le funzionalità implementate consentono, a esempio, di vedere chi sta chiamando dall’esterno dell’abitazione, tramite un videocitofono, ed eventualmente aprire il portone, oppure di chiamare al telefono una serie di numeri predefiniti, individuati da immagini che ne consentono una immediata identificazione. Nel contempo, con queste tecniche è possibile accendere/spegnere le luci, chiudere/aprire le finestre e le tapparelle, tutto senza la necessità di doversi muovere ma con il semplice tocco su uno schermo o la pressione di un tasto del telecomando. Il sistema aiuta inoltre a ricordare le terapie mediche, inviando opportuni avvisi sul televisore mentre si guardano i programmi preferiti o elencando tutte le medicine da assumere nell’arco della giornata.

Una serie di funzionalità quindi di estrema importanza, mirate ad aumentare il grado di autonomia dell’utente, consentendogli una vita più serena e tranquilla nell’ambito del proprio ambiente domestico. Quanto implementato è il primo passo verso lo sviluppo di un ambiente di vita assistito completo, un ambito tecnologico, questo, di importanza riconosciuta anche a livello comunitario per la possibilità di allungare sempre più nel tempo la capacità delle persone anziane o disabili di risiedere autonomamente nella propria abitazione.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-10-2010 alle 16:44 sul giornale del 02 ottobre 2010 - 887 letture

In questo articolo si parla di attualità, università, università politecnica delle marche, ancona

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cNT





logoEV
logoEV