contatore accessi free

Riduzione delle polveri sottili: ecco il piano del Comune

4' di lettura Ancona 16/10/2010 -

Contenimento delle polveri sottili, il Comune si muove con un piano strutturale incentrato sulla lotta all'inquinamento prodotto dal porto e l'incentivazione al trasporto pubblico. Scetticismo sul ricorso alle targhe alterne



Il contenimento dei valori di polveri sottili nell'atmosfera è, come ha sottolineato sabato il Sindaco Fiorello Gramillano nella presentazione del piano strutturale di intervento adottato dall'Amministrazione, "una necessità che dobbiamo affrontare sia per tutelare la salute dei cittadini sia per scongiurare il rischio di una sanzione nel 2011 da parte della Comunità europea. La situazione di Ancona è problematica e lo sappiamo, dovuta al traffico veicolare e ovviamente alla presenza del porto, ma ci terrei a sottolineare come, a differenza di altre città meno controllate, qui la situazione presenta criticità perchè costantemente monitorata. I provvedimenti andranno comunque adottati di concerto con le città limitrofe: tanto per fare un esempio, evidente è il rischio di subire l'inquinamento da polveri sottili trasportate dal vento da Falconara ad Ancona, e viceversa ovviamente. Per cui si tratta di problematiche molto complesse".

Il piano è strutturato quindi in due principali categorie di interventi: una per quel che concerne il Porto e una attinente al traffico veicolare. Per il porto, si ritiene necessario da subito un controllo efficace dei combustibili delle navi ormeggiate, e l'Assessore al Porto Diego Franzoni ha chiesto alla Capitaneria di Porto di attivarsi assiduamente in tal senso. "Inoltre - ha proseguito Franzoni - procederemo entro pochi mesi all'elettrificazione dell'area del Varco da Chio con l'installazione di colonnine per l'alimentazione elettrica, affinchè le navi possano spegnere i loro motori. All'autorità portuale chiederemo uno studio sulla mobilità elettrica nel porto, e aggiungo anche la realizzazione di un impianto fotovoltaico all'ex Tubimar. Sempre per quel che attiene al ricorso alle nuove forme di alimentazione, non trascuriamo il sogno di lanciare Ancona all'avanguardia dotando i parcheggi di colonnine di ricarica per veicoli elettrici, e guardiamo con interesse alla possibilità di ricorrere alle scale mobili, oltre che in risalita per il Duomo, anche per Forte Scrima o il Pincio, malgrado questo strumento presenti problemi di manutenzione nel tempo". Franzoni ha inoltre ricordato come verrà prodotta un'ordinanza circa il corretto funzionamento delle caldaie per il riscaldamento.

Viabilità e traffico. A tal proposito sia Franzoni che il suo collega Assessore al traffico Fabio Borgognoni mettono il ricorso alle targhe alterne in ultima posizione nelle priorità del piano di intervento. "La regione intende bloccare il traffico di un'ampia serie di veicoli - hanno precisato - e questo ci pare di difficile attuazione. Ricorrere poi alle targhe alterne richiederebbe una preventiva concertazione a livello regionale: farlo solo ad Ancona non avrebbe senso". E' allo studio il mlglioramento della metropolitana di superficie, sia aumentando le frequenze dei treni sia, ad esempio, dotando di parcheggio la stazione di Falconara Stadio, e realizzando (si prevede entro giugno 2011) la stazione Ancona Stadio. Verranno acquistati quattro nuovi filobus nel 2011, in un'ottica di ricorso al trasporto pubblico che si intreccia con le scelte sul sistema dei parcheggi e dell'ingresso in città. Di prossima realizzazione un parcheggio da 300 posti a Torrette, tra via Conca e via Metauro, e un ulteriore parcheggio in uscita dalla galleria San Martino. Fabio Borgognoni: "Incentivazione alla sosta veloce (20 centesimi all'ora) in centro, promozione dei parcheggi scambiatori a corona attorno al centro, fino ad aumentare di 800 unità i posti disponibili, tra parcheggi scambiatori, parcheggi pubblici e parcheggi privati. In particolare ricordo la prossima apertura, entro dicembre, del parcheggio da 120 posti all'ex Umberto I. Potenzieremo la cartellonistica variabile cosicchè chi arriva in città sappia verso quale parcheggio essere indirizzato e non giri a vuoto. Inoltre resituiremo via Podesti all'uso originario riservato ai residenti. a tale scopo rafforzeremo la cartellonistica all'ingresso della galleria San Martino in modo da indirizzare il traffico in entrata poi su via Marsala: variazione questa che sarà messa in campo entro poco tempo".








Questo è un articolo pubblicato il 16-10-2010 alle 13:50 sul giornale del 18 ottobre 2010 - 1011 letture

In questo articolo si parla di attualità, viabilità, polveri sottili, ancona, Fabio Borgognoni, gramillano, stefano novelli, diego franzoni

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dmZ





logoEV
logoEV