contatore accessi free

Univpm: Che succede nei labirinti della moneta?

bertha von suttnegr 2' di lettura Ancona 02/11/2011 -

Il funzionamento dei sistemi monetari moderni è assai complesso: si basa su decisioni in condizioni di incertezza e su delicati rapporti fiduciari, deve tener conto delle aspettative di molteplici attori, viene condizionato da un’ampia gamma di rischi da valutare e gestire, pone alle autorità monetarie il difficile problema di equilibrare efficienza e stabilità, liberalizzazione e regolamentazione di mercati interdipendenti e innovativi.



Per fare il punto su così complesso meccanismo, il professore Pietro Alessandrini ha scritto un libro che è una mappa per orientarsi nei meandri dell’economia e della politica monetaria, di cui fornisce il quadro teorico di riferimento, i concetti chiave, gli strumenti interpretativi, i fattori di crisi, le politiche di intervento con un costante riferimento alla realtà senza tralasciare i problemi più discussi e attuali. Il libro, dal titolo “Economia e politica della moneta” (Il Mulino), presentato giovedì 3 novembre alle 17 nella Sala del Consiglio della facoltà di Economia Giorgio Fuà di Ancona nel corso di un incontro, presieduto da Alberto Zazzaro, che prevede gli interventi di Angelo Baglioni dell'Università Cattolica, di Riccardo De Bonis della Banca d'Italia, di Marcello De Cecco della Normale Superiore di Pisa, di Marcello Messori dell'Università Tor Vergata.

Tirerà le conclusioni l'autore stesso, Pietro Alessandrini, docente di Politica Economica, di Economia Monetaria e di Politica monetaria europea all'Università Politecnica delle Marche, che chiarisce: “Avrei voluto intitolare il libro “Nel labirinto della moneta”, proprio per indicare la necessità di procedere con cautela, per non sperdersi nella rete intricata di rapporti entro la quale va collocato lo studio dell’economia monetaria: una rete che si estende a tutto il sistema finanziario, all’interno del quale è sempre più difficile isolare i confini dell’analisi monetaria. Non è soltanto un problema di aggregati monetari, che tendono ad ampliarsi. Riguarda soprattutto la rapida diffusione delle informazioni e la complessa trasmissione degli effetti su mercati più efficienti e più integrati”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-11-2011 alle 17:20 sul giornale del 03 novembre 2011 - 689 letture

In questo articolo si parla di università, economia, università politecnica delle marche, ancona, bertha von suttnegr

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/q9v





logoEV
logoEV