contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Una pianta di quercia di Birkenau per la Giornata della Memoria

2' di lettura
1469

Martedì 27 gennaio alle 9:15 il Rettore Sauro Longhi, il Pro Rettore Gian Luca Gregori e il Presidente della Comunità Ebraica di Ancona Manfredo Coen pianteranno la "quercia di Birkenau" presso la sede del Rettorato in Piazza Roma 22 Il 27 gennaio si celebra in tutto il mondo Giorno della Memoria.

L’Università Politecnica delle Marche per mantenere vivo il ricordo degli eventi trascorsi e suscitare, con la consapevolezza del passato, la coscienza di una comune e democratica identità europea, ha organizzato tra settembre ad ottobre un percorso formativo che ha coinvolto gli studenti attraverso lezioni, film e testimonianze dirette. Questo percorso denominato “progetto memoria”, fortemente voluto dal Preside della Facoltà di Economia Giorgio Fuà - Francesco Maria Chelli - e dal Prof Ugo Ascoli, è culminato nel viaggio a Cracovia Auschwitz e Birkenau cui ha partecipato una rappresentanza degli studenti e dei docenti di questo Ateneo. Sotto una quercia vicino ai forni di Birkenau gli studenti hanno raccolto alcune ghiande allo scopo di piantarle e farle germogliare, a testimoniare la forza della vita e la continuità del ricordo.

Per celebrare il Giorno della Memoria Martedì 27 Gennaio alle 9:15, presso il Rettorato dell’Università Politecnica delle Marche i rappresentanti dell'Università ed il Presidente della Comunità Ebraica di Ancona, Manfredo Coen onoreranno la memoria delle vittime dell’Olocausto con un minuto di silenzio e pianteranno nel terreno del cortile antistante l’ingresso del Rettorato una delle piccole piante di Birkenau che stanno mettendo radici e che sono state curare dei docenti della Facoltà di Agraria ed in particolare del Prof. Corti. Saranno quindi consegnate a studenti e docenti delle cinque aree scientifiche dell’Ateneo altrettante querce in nuce ed una targa ciascuno da collocare nel luogo della piantagione. Le targhe avranno impressa la seguente scritta: “Questa pianta è figlia della quercia di Birkenau che ha visto tutto il dolore del mondo. La piantiamo ad Ancona, nella terra dell'Università, perché presso di noi metta radici, monito nel ricordo e saggezza per il futuro. Perché ciò che è giusto è buono e bello. Gli studenti dell'Università Politecnica delle Marche, Ancona, 27 gennaio 2015”.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-01-2015 alle 18:57 sul giornale del 27 gennaio 2015 - 1469 letture