Il 13 novembre la giornata di studio dell'Univpm per coinvolgere la popolazione nel governo del suo territorio

3' di lettura Ancona 12/11/2015 - L’ascolto del territorio e delle sue istanze è fondamentale affinché un paesaggio sia fonte di benessere. Le esperienze e competenze già da tempo impegnate nella ricerca delle strategie a favore del paesaggio devono essere messe a sistema e confrontate con altre realtà europee, devono poter interagire per armonizzare i risultati e ottimizzare l’utilizzo degli interventi finanziari.

Questo è lo scopo del Centro Interdipartimentale per la Ricerca sul Paesaggio (CIRP)dell’Università Politecnica delle Marche: tra i suoi obiettivi specifici la promozione della ricerca sul paesaggio, l’integrazione multidisciplinare delle competenze e la trasmissione dei contenuti, ma anche la sensibilizzazione ai temi del paesaggio, sia presso gli enti locali che presso la popolazione. La Giornata di Studio di venerdì 13 novembre organizzata dall’Università Politecnica delle Marche, dal suo Centro di Ricerca sul Paesaggio (CIRP) e dalla rete europea UNISCAPE, ha come titolo “Le reti di Osservatori del Paesaggio: una sfida all’ordine del giorno”. Ma, di quale “sfida” si vuole discutere nell’incontro? Gli organizzatori del Convegno si riferiscono, soprattutto, alle esperienze di Osservatori del Paesaggio europei (uno su tutti, l’Osservatorio del Paesaggio della Catalogna) e di osservatori locali in alcune regioni italiane, tra le quali il Piemonte in particolare. Il denominatore comune che lega queste esperienze è la creazione di nuovi spazi (materiali e immateriali) dove le comunità locali possano sviluppare iniziative per migliorare la gestione dei paesaggi urbani e rurali in cui vivono. Dunque, forme di partecipazione attiva della popolazione al governo del proprio territorio che mettono in pratica i principi della Convenzione Europea del Paesaggio, ratificata anche dall’Italia.

Per questo motivo tra i promotori dell’incontro figura UNISCAPE, rete delle università europee per l’applicazione della Convenzione, alla quale la Politecnica delle Marche aderisce da tempo. Il punto di vista privilegiato delle amministrazioni locali, ovvero di chi vive sulla propria pelle il territorio, è integrato dalle competenze scientifiche, metodologiche e tecnologiche delle Università e dei Centri di Ricerca finalizzate a rafforzare l’identità culturale e la conoscenza dei limiti e delle potenzialità dei territori, nonché a monitorare le trasformazioni in atto sul territorio (consumo di suolo, dissesti, banalizzazione dei paesaggi, perdita di biodiversità). Da qui il tema delle reti di osservatori, che si colloca al centro del dibattito che si svilupperà nella giornata di studio e che vedrà la partecipazione dell’On. Ilaria Borletti Buitoni, Presidente dell’Osservatorio nazionale per la qualità del paesaggio, e di Anna Casini Vice Presidente della Regione Marche. Conoscenza e partecipazione, tuttavia, non possono produrre da sole una gestione equilibrata ed integrata del paesaggio se non rientrano in una visione strategica di governo del territorio. A questo tema, già sottolineato da Fabrizio Barca nel corso del convegno “Città, Paesaggio e Territorio: nuove politiche per le Marche” organizzato dalla Regione Marche e svoltosi la scorsa settimana ad Ancona, è dedicata la seconda sessione della giornata di studio, alla quale partecipano qualificati esperti. Infine, l’ultima sessione del Convegno è dedicata a calare nella dimensione marchigiana le risultanze del dibattito avvalendosi del contributo di importanti attori che operano nel territorio regionale. L’auspicio è quello di sollecitare nella regione Marche la ripresa del dibattito e delle azioni sul paesaggio, a partire dal nuovo Piano Paesaggistico regionale previsto dal Codice dei beni culturali e del paesaggio.

Per avere ulteriori informazioni sulla Giornata di Studio è possibile rivolgersi alla Segreteria Organizzativa (m.prencipe@univpm.it) e al Direttore del Centro di Ricerca e Servizio sul Paesaggio-CIRP (a.galli@univpm.it).






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-11-2015 alle 15:11 sul giornale del 13 novembre 2015 - 1246 letture

In questo articolo si parla di attualità, università, università politecnica delle marche, ancona, univpm

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aqmm





logoEV