Camerano: in calo le tasse sui rifiuti

3' di lettura 19/11/2015 - Parlare di tariffe non è facile e neanche conveniente, ma bisogna evidenziare che le politiche corrette in materia di raccolta dei rifiuti, stanno producendo per il Comune di Camerano risultati tangibili non solo per l’ambiente, ma anche per le tasche dei cittadini.

Purtroppo il complesso ed intricato sistema di norme, sommato a tutta una serie di fattori tecnici, economici e burocratici non facilitano il lavoro di indirizzo politico e amministrativo (spese di gestione crescenti, morosità, investimenti e progetti, complessità nell’espletamento del servizio, adeguamento strutture/impianti, nuove leggi, etc…), ma le decisioni e le buone pratiche di gestione intraprese negli ultimi anni hanno portato il Comune di Camerano a creare quel giusto mix tra sostenibilità ambientale e convenienza economica che rende compatibile i bilanci delle famiglie con i costi complessivi e le esigenze dell’impresa che garantisce il servizio.

Andando ad analizzare i dati delle tariffe domestiche del Comune di Camerano deliberate nel 2013, 2014 e 2015 (fonte dati: http://www.finanze.gov.it) è possibile rilevare che c’è un abbassamento generale del costo a carico delle utenze. Prendendo in considerazione, ad esempio, una famiglia composta da 4 persone che risiede in un appartamento di 90 mq è possibile riscontrare che tra il 2014 e il 2013 c’è stato un abbassamento di tariffa del 12,75% (nel 2013 la tariffa annua era di € 107,45, nel 2014 € 93,75) e tra il 2015 e il 2014 c’è stato un ulteriore abbassamento della tariffa del 1,48% (nel 2014 la tariffa annua era di € 93,75 , nel 2015 è di € 92,37), registrando una riduzione totale tra il 2013 e il 2015 del 14,04% (vedi Grafico 1). Se si volesse invece fare un raffronto con i Comuni limitrofi e più rappresentativi della Provincia di Ancona, prendendo in considerazione le tariffe domestiche deliberate nel 2015 (fonte dati: http://www.finanze.gov.it), sempre sul campione di una una famiglia composta da 4 persone con abitazione di 90 mq, emerge che il Comune di Camerano ha delle tariffe sensibilmente più basse rispetto agli altri Enti Locali (vedi Grafico 2).

Chiaramente le simulazioni non possono considerarsi esaustive in quanto ogni Ente ha prestazioni e modalità differenti nell’espletamento del servizio, ad ogni modo un’analisi generale di questo tipo può dare un dato di misurazione di massima su cui ogni ognuno può effettuare le proprie considerazioni. E’ pur vero che controllando i singoli bollettini di pagamento delle utenze domestiche è possibile che ci siano stati dei leggeri aumenti delle tariffe rispetto ad alcuni anni fa, che in cifre assolute significano pochi euro di aumento all’anno, ma il costo totale del servizio non ha subito grossi scossoni e tutto questo ha portato ad un processo virtuoso che ha avuto come risultato finale quello di avere tariffe molto più basse rispetto ad altri Comuni e in calo negli ultimi anni. Al momento si sta lavorando con l’Assemblea Territoriale d'Ambito ATO 2 di Ancona per avviare nuovi piani di azione ed interventi rivolti a migliorare il servizio per gli anni futuri cercando di porre obiettivi e progetti da realizzare con gradualità e con effetti duraturi, sempre in linea con la necessità di salvaguardare l’ambiente e di contenere i costi per i cittadini.


da Costantino Renato
Assessore all'Ambiente
Comune di Camerano







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-11-2015 alle 19:34 sul giornale del 20 novembre 2015 - 1101 letture

In questo articolo si parla di ambiente, economia, ancona, camerano, assessore, costantino renato

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aqFx