HackUnivpm, il premio Panti al Rin Teen Team

3' di lettura Ancona 28/11/2015 - Si è concluso ieri con successo l'HackUNIVPM "Premio Maurizio Panti", giunto alla seconda edizione e promosso dai docenti Alessandro Cucchiarelli, Donato Iacobucci del Dipartimento di Ingegneria dell'informazione, Silvio Cardinali del Dipartimento di Management dell'Università Politecnica delle Marche insieme alla Scuola Superiore dei Lions Clubs "Maurizio Panti" e con la collaborazione di Confindustria Pesaro Urbino.

Iniziativa che rientra fra le attività di contaminazione fra le facoltà, tema caro al Rettore, il prof. Sauro Longhi, la caratteristica principale dell'HackUnivpm è di proiettare gli studenti partecipanti dai circuiti accademici direttamente nella competizione tipica del mondo imprenditoriale, stimolandoli a mettersi alla prova nel campo dell'innovazione. In una vera e propria maratona che si è svolta nel Salone Polifunzionale del Polo universitario di Monte Dago, 53 studenti dell'ateneo dorico, suddivisi i 9 team, hanno lavorato ininterrottamente per 36 ore allo sviluppo di una piattaforma web a supporto delle strategie di Open Innovation nelle imprese.

Innovatività, user interface e user experience, presentazione e corrispondenza col tema, potenziale di mercato, sostenibilità del modello di business e grado di completezza dello sviluppo sono stati i parametri con cui la giuria di docenti ed esperti ha valutato i progetti elaborati dai ragazzi dell'Univpm. Incoronata idea imprenditoriale vincente del 2015 è Rin Teen Team, una proposta di sito web basato sulla contaminazione di esigenze provenienti da soggetti diversi. Ad aggiudicarsi i mille euro del Premio "Maurizio Panti" quattro studenti di Ingegneria, tutti al secondo anno della magistrale, Gioele Guardabassi, Stefano Longo, Carlo Mandolese e Alessandro Recchi. "Abbiamo analizzato il concetto di Open Innovation" - hanno spiegato durante la presentazione della loro idea - "e abbiamo ideato Rin Teen Team, un sito web che sia punto di incontro per le imprese e che, facilitando il processo di innovazione, metta insieme chi ha un'idea e competenze con chi ha le risorse e le vuole investire".

"La nostra nazione ha un futuro davanti per capacità e voglia di fare", ha dichiarato Dario Amodio, preside della Facoltà di Ingegneria, "e l'HackUNIVPM lo dimostra, perché sta dando risultati strabilianti ed è segno che l'Università funziona in termini di ricerca, didattica e interazione col territorio". Il Premio "Maurizio Panti", messo in palio dalla Scuola Superiore Lions Club, prende il nome dal docente dell'ateneo dorico scomparso dieci anni fa: "Di Maurizio", ha affermato Roberto Guerra, presidente della SSLC, "ricordiamo il rigore metodologico, la competenza, l’attenzione al futuro delle nuove generazioni e la grande umanità". Ed è ai giovani che Guerra si è rivolto: "La vostra preparazione è un bene prezioso. Voi siete portatori di conoscenze che gli imprenditori non hanno, ma di cui hanno bisogno. Sappiate farvi interpreti di queste necessità e le aziende vi apriranno le porte. Abbiate fiducia nel futuro!". Presenti anche Carla Cifola, secondo vice governatore del Distretto Lions 108A, Nicola Nacchia past governatore e i rappresentanti dei Lions Club anconetani, Colle Guasco e Ancona Host.

Nella foto (da sin) gli studenti vincitori del Premio insieme ai promotori del concorso d'idee






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-11-2015 alle 17:44 sul giornale del 30 novembre 2015 - 3019 letture

In questo articolo si parla di cultura, università, università politecnica delle marche, ancona, univpm

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aq3y