contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > LAVORO
comunicato stampa

Record di occupazione e stipendi per i laureati Univpm, ma il lavoro arriva a 3 anni dalla laurea

2' di lettura
7973

Secondo la legge i titoli di studio hanno tutti lo stesso valore. In realtà il consorzio Alma Laurea scatta una fotografia dove appare forte la differenza geografica fra laureati del nord, del centro e del sud. Quelli del nord, di solito, hanno più vantaggi rispetto agli altri, trovano lavoro prima e guadagnano di più.

Quanto guadagnano i laureati? Quanti sono quelli che lavorano a 3 anni dalla laurea? E quanti lavorano nell’area geografica dove hanno compiuto gli studi? Su questi tre aspetti l'Università Politecnica delle Marche si contraddistingue rispetto alle università del centro Italia e somiglia di più alle università del nord. L’88,4% dei neo-laureati Univpm lavora. E sempre l’88,4% dei laureati lavora 3 anni dopo la laurea magistrale come quelli di Venezia, Bergamo e Firenze e contro una media nazionale che si ferma all’81,5%. Quanto guadagnano i neo-laureati? Negli ultimi anni il reddito medio di chi ha appena conseguito il titolo risulta spesso in calo. Per quanto riguarda l’Università Politecnica delle Marche i laureati hanno un reddito medio pari a 1.300 € netti al mese.

Un dato che ci pone sullo stesso livello dei redditi degli studenti del nord: Torino, Milano, Venezia e Trieste. Altro dato da non sottovalutare quello del luogo di lavoro. Il 65,3% dei laureati della Politecnica delle Marche trova un impiego nell’area in cui si trova l’università come succede a Trento e a Milano vantando risultati migliori rispetto a molte altre università del nord. Quali sono le professioni a più alto tasso di occupazione? Nel 2015, tre anni dopo essersi laureati, lavorava il 95% degli ingegneri e con loro anche gli studenti appartenenti alle professioni sanitarie.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-06-2016 alle 17:02 sul giornale del 08 giugno 2016 - 7973 letture