contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Biofisici a congresso tra innovazioni e terapie, spazio ai giovani

3' di lettura
878

Il Congresso si svolge dal 10 al 13 settembre 2018 presso l’Università Politecnica della Marche e raccoglie una comunità scientifica nazionale di circa 120 ricercatori operanti nel settore della Biofisica

Ancona 6 settembre 2018 - Dal 10 al 13 settembre 2018 l’Università Politecnica della Marche ospiterà il XXIV Congresso Nazionale della Società Italiana di Biofisica Pura ed Applicata (SIBPA). Il primo giorno i lavori si terranno nell'Aula Azzurra del Polo Monte Dago i restanti giorni presso la Facoltà di Economia G. Fuà dellal Politecnica. Il Congresso si svolge ogni due anni e raccoglie una comunità scientifica nazionale di circa 120 ricercatori operanti nel settore della Biofisica. Il XXIV Congresso è organizzato dai docenti dell’unità di ricerca di Biofisica Molecolare del Dipartimento di Scienze della Vita e dell’Ambiente dell'Università Politecnica delle Marche, Maria Grazia Ortore, Paolo Mariani, e Francesco Spinozzi, coinvolti a vario livello nelle strutture organizzative della SIBPA.

I TEMI
Il XXIV Congresso SIBPA affronterà tematiche di grande attualità nel settore, dalle proteine correlate a malattie neurodegenerative come il Parkinson alla simulazione dell’azione terapeutica di nuovi farmaci antitumorali, dallo sviluppo di terapie fotodinamiche e di nuove tecniche di nanomicroscopia a nuove modalità di manipolazione cellulare, offrendo ai ricercatori, ed in particolare ai più giovani che potranno partecipare al Congresso grazie alle 20 borse di studio messe a disposizione, un’importante opportunità per presentare e discutere il loro lavoro.

COS’È LA BIOFISICA
La Biofisica è la scienza che collega la Biologia con la Fisica. La Biologia studia la materia vivente in tutte le sue forme, varietà e complessità, e descrive la natura dei fenomeni che in essa si svolgono. La Fisica studia le leggi matematiche alla base dei fenomeni naturali e fornisce accurate predizioni sulle grandezze che ne descrivono le proprietà. La Biofisica pone fra i suoi principali obiettivi la descrizione della complessità della vita tramite la semplicità delle leggi fisiche e coinvolge tecnologie e metodologie tipicamente fisiche nello studio di fenomeni biologici. Si tratta di un approccio portentoso per migliorare la nostra conoscenza, combattere le malattie e proteggere l’ambiente. I risultati della biofisica vanno dalla scoperta della struttura del DNA mediante tecniche di diffrazione dei raggi X (1953) allo sviluppo di nuove terapie (ad esempio, con isotopi radioattivi) e di tecniche diagnostiche (risonanza magnetica, tomografie).

PARTECIPANTI
Al Congresso parteciperanno ben tre direttori di Centri di Ricerca nazionali e internazionali: Rosangela Itri, del Dipartimento di Fisica Applicata dell’Università di San Paolo (Brasile), Ivo Rendina, dell’Istituto per la Microelettronica e i Microsistemi del CNR di Napoli, e Giancarlo Ruocco, del Centro per la Vita e le Nanoscienze dell’IIT di Roma.

PREMIAZIONI
Durante la cerimonia finale, saranno consegnati i premi “Antonio Borsellino” per la migliore tesi di dottorato a Giuseppe Sancataldo e il premio “Gianfranco Menestrina” per la migliore tesi di laurea magistrale a Denise Pezzuoli. Il premio “Marina Diana Mercurio”, riconoscimento alla carriera, andrà a Francesco Lenci, che è stato Direttore dell’Istituto di Biofisica del CNR e Segretario Generale dell’Unione Scienziati per Il Disarmo, per la sua responsabilità di scienziato attivo sia nel campo della biofisica sensoriale, sia nella promozione della pace tra i popoli e del disarmo.

IL PROGRAMMA
http://www.univpm.it/Entra/Engine/RAServeFile.php/f/congressi_seminari/2018/SIBPA_Programma_versione_30_ago.pdf



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-09-2018 alle 14:04 sul giornale del 07 settembre 2018 - 878 letture