contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Microsoft sceglie l'Univpm per il progetto pilota per il Cloud Azure. Il Rettore Longhi agli studenti: “Sarete voi a costruire e ridisegnare il nostro futuro”

2' di lettura
2415

Unica italiana tra le 5 università che hanno aderito al progetto da tutto il Mondo la Politecnica delle Marche per il progetto pilota lanciato da Microsoft sulla formazione digitale. Il Rettore Longhi agli studenti: “Sarete voi a costruire e ridisegnare il nostro futuro”

“L’obiettivo di Microsoft 25 anni fa era portare un computer su ogni scrivania” spiega l’Ingegnere Romeo Pruno Digital Advisor, M&R Industry Lead di Microsoft Italia; nel 2019 ognuno di noi ha un computer nella sua tasca e anche gli obiettivi del colosso statunitense dell’informatica sono stati reindirizzati: “Oggi la priorità non sono più i software, ma piattaforme. Strumenti per favori l’organizzazione e il progresso tecnologico di aziende e utenti. L’innovazione è autonoma e va avanti automaticamente, ma il progresso va incoraggiato e supportato” testimonia Pruno e dal dott. Aldo Donetti, Regional Program Manager for EMEA, Cloud+AI International di Microsoft Corporation (Seattle, USA), riportando le parole dell’A.D. di Microsoft Satya Nadella.

Nuove sfide che vedono l’Univpm in prima linea, partecipando assieme alle università Monterrey Institute of Technology and Higher Education per il Messico, il National Service for Industrial Training, la Faculdade de Informática e Administração Paulista e la Mackenzie Presbyterian University per il Brasile, la WSB University of Gdansk per la Polonia, la Jilin University e la Peking University per la Cina al progetto internazionale “Cloud Computing Learning Paths”.

Il progetto ideato da Microsoft ha visto coinvolti 20 studenti al secondo anno della Laurea Magistrale in Ingegneria Informatica e dell’Automazione e 14 studenti del Dottorato in Ingegneria dell’Informazione, coordinati dal Prof Orsino di Univpm, nello studio, utilizzo e programmazione della piattaforma Cloud di Azure. Un ambito quello del Cloud che rappresenta sempre più il futuro della tecnologia, in particolare per la produzione e distribuzione di applicazioni. In questo ambito gli studenti hanno avuto la possibilità di imparare ed utilizzare l’innovativo linguaggio informatico ideato dalla Microsoft, con la possibilità di un contatto diretto con i responsabili dell’azienda. In cambio la Microsoft ha beneficiato degli importanti feedback degli studenti, ottenendo importanti dati su potenzialità e problematiche di uno dei prodotti più innovativa dell’azienda di Seattle.

Gli studenti sono stati premiati con diploma e l’encomio dei responsabili Microsoft per la partecipazione al progetto, che sarà ripetuto anche nei prossimi anni, avendo riscosso il plauso degli organizzatori, particolarmente soddisfatti per il lavoro svolto dai tirocinanti e i feedback ricevuto sulla piattaforma. “Il cloud è la nuova frontiera del calcolo e della condivisione delle risorse” spiega il Rettore Sauro Longhi “Ci presenta una prospettiva del futuro più inclusiva, ci garantirà maggior efficienza e meno corruzione, ma dobbiamo essere consapevoli anche dei rischi e ricordaci che siamo connessi anche quando il nostro telefono è spento. Il futuro sarà disegnato e costruito da questi ragazzi”.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-06-2019 alle 17:34 sul giornale del 07 giugno 2019 - 2415 letture