contatore accessi free

Dalla stazione di igienizzazione alle mascherine per evitare danni al viso, laureati Univpm protagonisti a ''Ecapital Emergency''

3' di lettura Ancona 17/04/2020 - Sono 100 i progetti presentati per “Ecapital Emergency” che potrebbero diventare altrettanti prodotti industriali o servizi utili alla lotta contro il coronavirus. “Ecapital Emergency” è stata un’iniziativa nata dal progetto Ecapital 2.0.

Tra le idee vincitrici trovano spazio i progetti di alcuni laureati Univpm come quello della stazione di igienizzazione all’ingresso di ogni edificio pubblico o privato per garantire un elevato livello di igienizzazione delle persone che vi accedono, promosso da Daniele Stanzini insieme a Matteo Di Marino e Daniele Perfetti tutti laureati in Rischio Ambientale e Protezione Civile all’Università Politecnica delle Marche. Il progetto si chiama Sanistation 3.0.

C’è poi la mascherina in polipropilene dedicata agli operatori sanitari per evitare danni al viso dovuti alle tante ore di utilizzo dei dispositivi di protezione, del team di Maria Elena Chiodo Laureata in Scienze Biologiche presso l'Università Politecnica delle Marche e laureanda in Biotecnologie Molecolari e Industriali presso l'università degli studi di Perugia. Con lei Francesca De Rosa, Mara Martinelli, Ilary Belardi e Aurora Guazzaroni.

Una mascherina riutilizzabile per ridurre gli impatti ambientali, in cotone e TNT tripli-strato, lavabile e sterilizzabile è il progetto di Manuela Lorenzetti laureata triennale in Ingegneria Biomedica all’Univpm e laurea magistrale in Ingegneria Biomedica all’Università degli studi di Bologna.

Un braccialetto in silicone per segnalare, specialmente in un’azienda, se una persona si avvicina troppo ad un’altra, superando la distanza di sicurezza di un metro è frutto del lavoro di Martino Taffetani Laureato in Ingegneria Meccanica presso l'Università Politecnica delle Marche e Laurea Magistrale in Ingegneria dell'Autoveicolo presso il Politecnico di Torino.

“Ecapital Emergency” è stata un’iniziativa nata dal progetto Ecapital 2.0. Una fortunata intuizione del Dott. Mario Pesaresi, Presidente del Comitato Organizzatore Ecapital, visto che in appena quattro giorni il tavolo degli esperti è stato inondato di idee, frutto della creatività, della passione e dell’esperienza degli italiani. Il Comitato ha deciso di puntare su un atto di grande generosità da parte dei partecipanti che hanno risposto in coro, rinunciando alla proprietà intellettuale delle loro idee a favore delle imprese che realizzeranno prodotti servizi al costo, ovvero, senza profitto fino la 31-12-2020.

La special Call for “Antivirus Idea” è stata promossa da Fondazione Marche con il pieno sostegno di Regione Marche, Università Politecnica delle Marche, Camera di Commercio delle Marche, Confindustria Marche, Istao e dal Gruppo bancario Credito Valtellinese. I promotori dell'iniziativa hanno deciso di mettere a frutto, in questa situazione di emergenza sanitaria nazionale, l'esperienza ventennale acquisita nel campo delle business plan competition e delle start up con il progetto Ecapital.

Il Comitato Tecnico Scientifico, formato da imprenditori (Dott. Bruno Bucciarelli), specialisti in informatica (prof. Domenico Ursino), in ingegneria meccanica (Prof. Gian Marco Revel) ed elettronica (Prof. Marco Pacetti), medici specializzati in anestesia e rianimazione (Prof. Paolo Pelaia), esperti in organizzazione sanitaria (Ing. Antonella Pianosi) ha fatto un lavoro eccezionale, valutando tutti i progetti in un solo weekend ed ha premiato le migliori 5 idee da proporre ad altrettante aziende marchigiane, segnalate dai partecipanti in quanto tecnicamente idonee a sviluppare le iniziative, con le quali sono già stati avviati contatti per la realizzazione dei progetti.

Il prossimo step sarà la diffusione delle 100 idee alle aziende marchigiane attraverso il sito www.ecapital.it per cercare partnership nella realizzazione delle idee, che potranno risolvere alcuni dei problemi creati da questa terribile situazione di emergenza sanitaria che stiamo vivendo.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-04-2020 alle 16:57 sul giornale del 18 aprile 2020 - 540 letture

In questo articolo si parla di attualità, università, università politecnica delle marche, ancona, univpm, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bjP1





logoEV
logoEV